The news is by your side.

Migranti, l’appello di Mediterranea: 5.306 sbarcati, 4.029 respinti in Libia

Pescara. Imponente flusso migratorio verso l’Italia in questi primi due mesi dell’anno: ad oggi sono 5.306 le persone sbarcate dall’1 gennaio, secondo i dati del Viminale; più del doppio rispetto alle 2.553 registrate nello stesso periodo dello scorso anno. Il grosso degli arrivi (3.896) a febbraio.

Mediterranea saving humans dà conto anche di un “allarmante aumento dei respingimenti operati in Libia dalla cosiddetta Guardia Costiera.

Dall’inizio dell’anno all’1 marzo sono 4.029 le persone intercettate e ricondotte in arbitraria detenzione, 222 minori: almeno 142 i dispersi e 28 corpi restituiti dal mare”.

La ong invoca “un patto fra le istituzioni e la società civile (sino ad oggi criminalizzata per atti di solidarietà) affinché, in linea con gli obblighi internazionali, venga regolamentato il diritto/dovere di salvare queste donne, uomini e bambini alla deriva, indipendentemente dalla loro nazionalità e dello status giuridico ad essi conferito”. Tunisini i più
numerosi tra gli sbarcati del 2020 (745), seguiti da ivoriani (597) e guineiani (461). I minori non accompagnati
sono stati finora 493.

Potrebbe piacerti anche