The news is by your side.

Parcheggi a Pescara, successo per la stagione estiva: turisti e incassi in aumento

Pescara. “Possiamo dire con certezza che il piano estivo per la sosta ha avuto un grande successo”. E’ il commento con il quale l’assessore alla Mobilità e Trasporti del comune di Pescara, Luigi Albore Mascia, ha aperto questa mattina a palazzo di città la conferenza stampa indetta per tracciare un resoconto di fine stagione riguardo all’andamento del sistema estivo dei parcheggi.

La stagione del turismo di prossimità e l’ampliamento delle infrastrutture per la sosta estiva hanno  letteralmente ridisegnato, durante l’estate 2020, le abitudini relative al parcheggio delle auto nel periodo estivo. Un primo dato, su cui costruire un’attenta valutazione, è inevitabilmente quello economico: l’utile lordo prodotto dall’utilizzo complessivo delle tre aree di sosta (strada parco, ex Enaip e riviera sud) è di 26.270,26 euro, con un importo complessivo di oltre 130mila euro. Questo è stato in parte dovuto anche a tariffe diversificate: “La scelta di consentire anche il pagamento sulla ‘mezza giornata’ credo abbia prodotto effetti positivi – ha detto in conferenza stampa l’assessore Luigi Albore Mascia – favorendo in effetti un turn-over della sosta. Sono stati in molti, infatti, tra cittadini e turisti, a preferire la comodità di un parcheggio facilmente raggiungibile, a un costo accessibile, alla continua ricerca del posto. Sul parcheggio dell’ex-Enaip, a proposito del quale voglio ringraziare in particolare il sindaco Carlo Masci per aver creduto nel recupero di quell’area, posso dire che a breve sarà reso ancora più funzionale con un’illuminazione maggiore e, probabilmente, con un ampliamento degli spazi, opzione quest’ultima sulla quale è in corso un’interlocuzione con le Acli”.

Il riscontro più importante – in termini economici e di servizio – è stato quello che riguarda i parcheggi dell’ex Enaip e della riviera sud: l’aumento dei posti disponibili rispetto allo scorso anno (da 180 a 300 nel primo caso, da 400 a 530 nel secondo) ha portato a un rilevante aumento degli incassi. Addirittura del 300% sulla riviera sud, del 140% all’ex Enaip. “Questo nonostante una tariffazione più contenuta – ha continuato Albore Mascia – che abbiamo scelto di applicare in considerazione del periodo di difficoltà economica generale determinato dall’emergenza sanitaria”. 


Va rilevato anche che per i parcheggi lungo la riviera sud il pagamento è stato riscosso solo nei fine settimana, eccezion fatta per il periodo dall’8 al 23 agosto, quando i due euro di tariffa hanno garantito la possibilità di sostare dalle 8 alle 20 in tutti i giorni della settimana”.

Diversa l’analisi che riguarda la strada-parco: qui c’è stata invece una decisa migrazione dall’ex tracciato ferroviario, che ha perso il 19% degli incassi, a fronte di un numero di stalli rimasto invariato rispetto allo scorso anno: spostamento indubbiamente favorito dalla fruibilità dell’area ex Enaip, ma che, “con ogni probabilità, può essere ricollegato anche al fatto che sempre più persone stanno facendo ricorso a sistemi di mobilità alternativi alle auto”.

Va inoltre tenuto presente un ultimo elemento di carattere temporale: lo scorso anno i parcheggi estivi sono stati aperti dal 6 luglio al 25 agosto, mentre, nel 2020, dal 19 giugno a tutto il mese di agosto.

“I cambiamenti nelle abitudini spingono senz’altro a una riflessione da parte di tutti – ha concluso l’assessore alla Mobilità –  ma va detto che, tenuto conto di quelli che erano i presupposti, la stagione appena finita non può non essere considerata positiva, sia per l’afflusso di turisti che per l’organizzazione con cui sono state gestite le aree di sosta stagionali”.

All’incontro di questa mattina erano presenti anche i vertici di Pescara Multiservice, con il presidente Vincenzo Di Tella e il direttore Giovanni Cozzi. L’occasione è stata colta anche per annunciare l’imminente avvio, con la conclusione in tempi stretti (non più tardi della metà del mese di ottobre), di progetti in piedi già da qualche tempo; a cominciare da quello sull’automazione dell’accesso e dell’uscita dai parcheggi e del pagamento del pedaggio nelle aree di risulta (1250 piazzole di sosta complessive), cui si aggiunge la possibilità di acquistare gli abbonamenti online o anche pagare il parcheggio via app. Da sottolineare che la sosta domenicale resterà gratuita. A breve, inoltre, potrebbe essere raggiunto un accordo con la società Telepass come ulteriore metodica di pagamento.

“Stiamo lavorando per offrire ai cittadini e ai turisti la possibilità di vivere Pescara in maniera sempre più semplice – ha dichiarato Di Tella –  utilizzando tutte le opportunità offerte dalle tecnologie per facilitare anche le incombenze quotidiane”.

 

Potrebbe piacerti anche