The news is by your side.

 Pescara avrà la sua 47esima edizione dei Premi Flaiano, allo studio problemi legati al distanziamento

Pescara. Pescara avrà la sua 47esima edizione dei Premi Flaiano. Lo ha confermato Carla Tiboni nel corso dell’audizione nella Commissione Cultura del Comune di Pescara presieduta da Manuela Peschi. Sarà la prima, forse una delle poche, manifestazioni che caratterizzeranno la stagione estiva, nella difficile ripartenza dopo l’emergenza sanitaria: c’è un forte interesse anche a livello nazionale perché questa potrebbe essere la prima manifestazione di rilievo dopo il lockdown.Gli eventi si svilupperanno dal 27 giugno al 5 luglio: nella prima settimana ci saranno gli appuntamenti con il Flaiano Film Festival, il 4 la serata dedicata alla narrativa e all’italianistica il 5 la grande premiazione finale. Il primo problema è rappresentato dalle proiezioni cinematografiche, che normalmente si svolgevano al Circus.

“Siamo in attesa di sapere se la struttura è disponibile”, precisa Carla Tiboni, “ovviamente con i numeri che saranno possibili nel rispetto del distanziamento. Resta comunque il dato che si tratta di lavorare su tre proiezioni quotidiane e questo rende più complesso pensare di lavorare al chiuso”. Il nodo resta però la serata finale, che da anni si svolge in piazza Salotto. “I Premi Flaiano sono una manifestazione fortemente identitaria”, spiega la Tiboni, “e la giusta collocazione è nel cuore della città, comprendiamo però che ci sono molte difficoltà organizzative da questo punto di vista. Avremo comunque certamente posti ridotti, ma in questo ci aiuteranno le dirette televisive. Speriamo con l’aiuto dell’amministrazione di riuscire a risolvere nel migliore dei modi: le giurie stanno già lavorando e abbiamo un contatto con un personaggio cinematografico di rilievo per aprire la serata”.

Potrebbe piacerti anche