The news is by your side.

Pescara, Di Pietrantonio (Pd) bacchetta i cittadini e chiede l’intervento del sindaco per irrigidire controlli e sanzioni

Pescara. “Pescara continua a essere una delle Città meno disciplinate dopo l’inizio della Fase 2 , relativamente ai comportamenti da adottare per il contenimento della diffusione del Covid-19. Gli ultimi dati danno ancora nuovi positivi e morti nel Pescarese”, denuncia il segretario cittadino pescarese del Pd, Moreno Di Pietrantonio.

“Continuano a verificarsi assembramenti di cittadini sulla riviera di Pescara, strada parco e, nuova
location per gruppi di giovani, il molo nord, senza uso delle mascherine e in assenza del distanziamento fisico di almeno un metro e mezzo. La cosa è davvero grave , non sono più tollerabili simili comportamenti da parte di alcuni a danno di tutti. Abbiamo l’esigenza di sconfiggere definitivamente il Covid 19 affinche’ possano ripartire tutte le attività economiche , sociali e culturali della nostra Città, questo è possibile solo se tutti ci atteniamo scrupolosamente alle regole”, afferma il Dem.

“Mascherina ben messa a protezione del naso e della bocca, non appese a un orecchio o
portate sotto il mento. Distanziamento fisico, non sociale come è stato erroneamente chiamato fino ad ora, riconosciuto anche dall’OMS. Se tutti ci mettiamo d’impegno a rispettare queste regole possiamo sperare di far ripartire la nostra Città proteggendo tutti”.

“Per i motivi ora esposti chiediamo al Sindaco di adottare misure rigide, anche restrittive se dovessero servire, di controllo e di sanzionamento, nessuno ha il diritto di mettere in pericolo la salute degli altri e di favorire un ritorno al lockdown, chiediamo anche che si proceda celermente verso un ampia
campagna di Tamponi con esiti rapidi per individuare le persone positive asintomatiche in modo da poterle isolare, questa è l’unica strada da seguire per sconfiggere il Covid-19”, conclude Di Pietrantonio

Potrebbe piacerti anche