The news is by your side.

“Pescara ha bisogno di decoro”, riprendono i controlli dell’amministrazione comunali su cani e microcippatura

Pescara. L’iniziativa, insieme ad altre azioni previste, è denominata “La città ha bisogno di decoro” ed è stata avviata all’inizio di marzo per poi essere sospesa per il Covid-19. Per i proprietari di cani che non ottemperano all’obbligo di raccolta delle feci o non hanno microchippato il proprio animale, sono previste sanzioni. La ripresa della iniziativa è supportata da distribuzione di Opuscoli e di una campagna di informazione tramite affissioni.

Nicoletta Di Nisioassessore alla Tutela del Mondo Animale, ha dichiarato: Sono certa che la maggioranza dei cittadini adottino comportamenti corretti. Come assessore e come amministrazione, l’ultimo dei nostri obiettivi è sanzionare. Vorremmo che questo non debba mai accadere. Confidiamo nel rispetto delle regole e pensiamo che tutti quelli che amano il proprio animale sicuramente ameranno con la stessa intensità la nostra città di Pescara e, quindi, rispetteranno le norme vigenti. L’attività delle associazioni incaricate sarà principalmente quella di osservare, consigliare ed essere di aiuto per tutti quelli che escono per far sgambettare il proprio amico a quattro zampe. Per coloro che invece non rispetteranno le regole, nostro malgrado, saranno sanzionati.

L’assessore Di Nisio ha aggiunto: “Voglio ricordare alcune semplici regole: una città per essere bella deve anche essere pulita e per questo c’è bisogno dell’aiuto di tutti. Perché la qualità della vita di ogni individuo è legata a quella dell’intera comunità. Questa è una grande sfida, ma sono sicura che con la collaborazione di tutti i pescaresi proprietari dei cani, possiamo vincerla. Possedere un cane richiede una particolare e costante attenzione, con comportamenti corretti sia per il benessere dell’animale che per il rispetto verso tutti i cittadini.Oltre il microchip – che è obbligatorio – ed è lo strumento, in casi di smarrimento, per individuare il proprietario, è consigliabile dotare l’animale di una medaglietta con il nome e il recapito telefonico del proprietario per poter consentire – anche a chi non ha un lettore di microchip – di avvisare il proprietario. Gli accompagnatori dei cani hanno l’obbligo di avere con loro sacchetti, paletta e quanto altro necessario per la immediata raccolta delle deiezioni che andranno poi gettate negli appositi contenitori. Per le urine il cane va condotto prevalentemente negli spazi verdi o di terra, in prossimità di alberi o degli scolatoi a margine dei marciapiedi.

Potrebbe piacerti anche