The news is by your side.

Pescara, scadenza pagamento Tari prorogata di due mesi, il modulo resta valido anche con data del 31 marzo

Pescara. Gli uffici preposti della società Adriatica Risorse hanno inteso precisare ulteriormente i termini per il pagamento della prima rata della tassa sui rifiuti riferita all’annualità 2020, termini – come è noto – fatti slittare dal 31 marzo al 31 maggio. In particolare si rende noto che il recapito degli avvisi di pagamento sta continuando anche in questi giorni, nonostante l’emergenza sanitaria in atto abbia provocato inevitabilmente un rallentamento dei servizi.

E’ importante però tenere presente che agli indirizzi degli utenti verranno recapitati modelli stampati F24 recanti in alto la precedente scadenza del 31 marzo; ebbene, pur dovendo utilizzare i medesimi moduli, non si dovrà considerare quest’ultima data ma ritenere legittimo il nuovo limite temporale di fine maggio, determinato da una delibera successiva del Consiglio comunale.

Una nuova stampa, con annesso nuovo processo di postalizzazione, avrebbe infatti rappresentato uno spreco di denaro pubblico. Una scelta di efficienza pur in un momento di grande difficoltà. Si ricorda che le scadenze delle quattro rate di pari importo della Tari 2020 sono quelle del 31 maggio, 31 luglio, 30 settembre e 30 novembre 2020. Il pagamento in un’unica soluzione è possibile invece entro il 16 giugno. Infine si segnala che la prima rata potrà essere versata utilizzando uno qualsiasi dei quattro modelli F24 recapitati al domicilio, in quanto riportanti le stesse somme.

Potrebbe piacerti anche