The news is by your side.

Prigione d’oro: PSG è un club che compra ma che non vende

Mbappé si ritrova nella stessa situazione di Verratti

Il PSG è una prigione d’oro, questa è l’affermazione dell’ex procuratore di Marco Verratti, e Mbappé sembra esserne un prigioniero. Infatti,  l’attaccante della squadra parigina oggi si ritrova di fronte ad una situazione simile a quella che Marco Verratti dovette affrontare nel 2017. Nonostante gli stipendi alti sono in molti i giocatori che fanno trasparire il desiderio di abbandonare il club parigino, c’è qualcosa che non li convince. Ma facciamo qualche passo indietro e cerchiamo di capire cosa sta succedendo nel triangolo Mbappé- PSG – Real Madrid, e perché questo triangolo assomiglia a ciò è successo in passato tra Verratti ed il suo procuratore.

La storia di Verratti e Di Campli 

Qualche anno fa, precisamente nel 2017, Marco Verratti ha avuto più di un’opportunità di lasciare il club parigino, ma queste opportunità sono stata bruciata in un batter baleno dall’Amministrazione del club Francese e dal presidente Al-Khelaifi.

Tutto iniziò con la Juventus, quando il club mostrò interesse nell’avere il centrocampista Abruzzese a Torino. Tentativo che antecede un’occasione persa in passato con il Pescara quando Verratti faceva ancora parte della rosa della squadra Abruzzese.

Questo interesse espresso dalla squadra bianco-nero nei confronti del calciatore è stato bloccato immediatamente dalla presidenza del PSG, la quale dichiarò esplicitamente di non aver alcun interesse, ne bisogno di vendere il giocatore.

Il problema si ripresenta qualche mese dopo con il Barcellona, un team che ha espresso il desiderio di avere Verratti in rosa diverse volte. Anche questa volta, come precedentemente con la Juventus, il PSG non lascia andar via Verratti.

Secondo l’ex procuratore del calciatore Abruzzese, il PSG è una prigione d’oro in quanto non lascia andar via i suoi giocatori, anche contro la loro volontà. Infatti Di Campli afferma che al tempo Verratti era molto interessato nel Barcellona, soprattutto per il suo desiderio di giocare al fianco di Lionel Messi, uno dei giocatori più forti al mondo. Ma dopo essere stati in contatto diverse volte con il direttore sportivo e presidente del Barcellona, la trattativa è stata bloccata dall’amministrazione della squadra parigina, e dal presidente Al-Khelaifi.

Di Campli continua, e spiega che dopo questa vicenda con il Barcellona i rapporti tra lui ed il calciatore sono giunti alla fine. Secondo l’ex procuratore il perchè Verratti ha deciso di restare a Parigi è la paura di rimanere nel club senza riuscire a giocare. Mentre la rottura tra lavorativa tra i due è stata forzata dal club, che ha diede un ultimatum a Verratti costringendolo a lasciare Di Campli come procuratore.

La situazione di Mbappé

Sono ormai passati alcuni anni dalla vicenda di Marco Verratti ma la storia si ripete, e questa volta al centro dell’attenzione c’è Kylian Mbappé attaccante del PSG. A volere il giocatore è sempre una squadra Spagnola, ma questa volta è il Real Madrid. La trattativa è partita con un’offerta da parte del Real Madrid di 160 milioni, ma non basta dichiara il PSG. Infatti, il club nonostante la vicina scadenza del contratto di Mbappé con non è disposto a dar via il giocatore.

Arriva la nuova proposta del club Spagnolo, e raggiunge 200 milioni! Basterà questa cifra per far si che il che il PSG lasci andare Mbappé?

Beh, il PSG quest’anno, come negli anni precedenti, rimane fermo sulla sua volontà di non vendere i suoi grandi giocatori. Mbappé ha dichiarato di voler entrare nella rosa del Real Madrid e di abbandonare il club parigino, nonostante il PSG sia una delle squadre favorite per la champions league da moltissimi siti per scommettere online. Questa è una situazione molto simile a quella di Verratti con il Barcellona, ma con una differenza – il contratto di Mbappé terminerà a breve, e nel 2022 il giocatore sarà libero di andare in qualsiasi squadra.

Al momento Mbappé ha espresso il suo desiderio di lasciare il PSG, ma il club spera ancora nella possibilità di tenere il giocatore anche dopo Giugno 2022. Di certo non possiamo prevedere come le cose andranno, ma il passato parla chiaro e il Paris Saint Germain è un club che non lascia andare i suoi giocatori con facilità. Tutto quello che ci resta da fare è aspettare e scoprire se Mbappé andrà al Real Madrid, o continuerà a giocare per la squadra parigina insieme a Messi, Neymar, e Verratti.

Potrebbe piacerti anche