The news is by your side.

“Questo parcheggio è mio, dammi i soldi”: incubo per una donna, arrestato un francese

Bloccata in auto da un 45enne parigino senza fissa dimora, che è stato poi prontamente fermato dai poliziotti

Pescara. Nel pomeriggio di ieri poliziotti della squadra volante hanno condotto nel carcere di Vasto (Ch), a disposizione dell’autorità giudiziaria, il cittadino francese J.P., 45enne nato a Parigi, attualmente in Italia senza fissa dimora, nei cui confronti era stata applicata, all’esito di giudizio direttissimo, misura della custodia cautelare in carcere dal Gip di Pescara.

Il francese, già noto alle forze dell’ordine per delitti contro la persona e il patrimonio e da poco scarcerato dopo alcuni anni di detenzione, era stato tratto in arresto dalla Volante, in flagranza di reato, la sera dello scorso martedì, per tentata estorsione ai danni di una donna.

Alle 20.40 alcuni passanti avevano contattato il 113, in quanto una donna era stata bloccata all’interno della propria autovettura, nel parcheggio antistante il Bingo di via Michelangelo, da un uomo che le impediva di scendere.

Giunti fulmineamente sul posto, i poliziotti hanno sorpreso l’uomo mentre era ancora fisicamente appoggiato tra il cofano dell’auto  e lo sportello anteriore sinistro, di fatto impedendo alla donna di poter scendere. Alla vista degli agenti, il soggetto ha tentato di scappare ma è stato bloccato dai poliziotti dopo aver tentato energicamente di divincolarsi.

La ricostruzione dei fatti e l’immediata attività di polizia giudiziaria esperita dalla squadra volante hanno permesso di appurare che la donna, appena giunta con la propria auto nel parcheggio, era stata avvicinata dall’uomo, il quale affermava che il parcheggio fosse suo e le chiedeva in modo aggressivo dei soldi, in caso contrario le avrebbe rubato la macchina.

Al diniego della donna, il soggetto ha iniziato a colpire l’auto con dei pugni impedendole di uscire se prima non lo avesse pagato.

J.P. è stato pertanto tratto in arresto in flagranza di reato, dovendo rispondere per il tentativo di estorsione e di resistenza a pubblico ufficiale. 

Potrebbe piacerti anche