The news is by your side.

Rateizzazione del canone concessorio per lidi e stabilimenti balneari, ecco come richiederla

Pescara. La Giunta ragionale, su proposta dell’assessore al demanio marittimo Nicola Campitelli, ha deliberato la possibilità a lidi e stabilimenti balneari di rateizzare il canone concessorio introdotto dalla legge regionale numero 11/2002.
“Considerate le difficoltà del sistema sociale ed economico legate alla straordinaria emergenza sanitaria da Covid”, ha commentato l’assessore Nicola Campitelli, “si rendono indispensabili azioni di tutela e supporto a privati ed imprese colpiti dai provvedimenti di contenimento. Si tratta di un sostegno che ha un obiettivo fondamentale: aiutare gli operatori turistici a superare la crisi economica causata dall’emergenza sanitaria”.
Per ottenere l’agevolazione è necessaria inviare una istanza di parte motivata, oggettiva e documentata, che accerti lo stato di difficoltà economica, nonché l’autorizzazione delle rateizzazioni richieste. Il provvedimento prevede le seguenti modalità di rateizzazione: fino a 2.500 euro nessuna dilazione; da 2.500 a 5mila euro fino a 5 rate mensili di pari importo; da 5mila a 10mila euro fino a 10 rate mensili di pari importo; oltre 10mila euro fino a 24 rate mensili di pari importo. La rateizzazione sarà sviluppata secondo un criterio di proporzionalità in ragione del debito e del numero massimo di rate previste. In caso di mancato pagamento di una rata, il debitore decade dal beneficio della rateizzazione e l’importo residuo dovrà essere versato in un’unica soluzione. Dal termine di pagamento originario al termine ultimo rateizzato, maturano gli interessi al tasso legale previsto dalla disciplina e le eventuali sanzioni di cui al D.Lgs. 18 dicembre 1997, n. 471.
Potrebbe piacerti anche