The news is by your side.

Sala giochi aperta nonostante la zona rossa, le fiamme gialle sanzionano titolare e un 30enne

Pescara. A fine mattinata di ieri a Pescara, in piena “zona rossa”, due pattuglie di baschi verdi del dipendente Gruppo Guardia di Finanza hanno notato che la saracinesca di una nota sala giochi di via Nazionale Adriatica non era chiusa nonostante quanto stabilito dal Dpcm del 3 novembre e dall’ordinanza della Giunta Regionale numero 102 del 16 novembre.

I militari sono entrati nel locale e hanno riscontrato la presenza di un avventore che stava effettuando delle giocate, incurante di tutte quelle disposizioni governative e locali che limitano i movimenti all’interno del Comune di residenza per le ormai note “comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità, ovvero per motivi di salute”.

Si è proceduto pertanto alla verbalizzazione sia  dell’uomo, un trentenne, trovato all’interno dell’esercizio commerciale, sia  dell’esercente in quanto titolare di un’attività non consentita di cui il Dpcm ha disposto la chiusura per scongiurare il rischio di assembramenti. I finanzieri al termine dell’attività repressiva  hanno accertato comunque che l’esercizio venisse chiuso nell’immediatezza.

Non si tratta tuttavia dell’unico risultato del gruppo Guardia di Finanza di Pescara: solo nell’ultima settimana sono state controllate 213 persone e 161 veicoli, procedendo alla verbalizzazione nei confronti di altri sette  soggetti. I dati fanno ben comprendere come la Guardia di Finanza stia concorrendo in maniera determinante unitamente alle altre Forze di Polizia al controllo del territorio, a Pescara e in Provincia, a tutela dell’ordine e della salute pubblica.

Potrebbe piacerti anche