The news is by your side.

Si stringe la morsa della crisi. A Tollo un 46enne inizia sciopero della fame per diritto alla casa ed al lavoro

Tollo. L’emergenza Coronavirus inizia a mordere in modo sempre più evidente, dopo l’esplosione della bolla di sapone che ci aveva intrappolati dorante il lockdown ed il tema non può essere che quello economico.
Tramite il canale dell’Associazione “Tripla Difesa” lancia il suo grido di aiuto G.B., cittadino italiano 46enne che vive a Tollo, disoccupato e appartenente a categoria svantaggiata ch,e ha iniziato lo sciopero della fame per far valere il suo diritto alla casa e al lavoro, dopo aver fatto richiesta con procedimento d’urgenza (per ora senza risultati) al sindaco della città Angelo Radica per l’assegnazione di un alloggio comunale.
G.B., con procedura di sfratto in corso, chiede aiuto alle istituzioni per l’assegnazione di una casa parcheggio e spera di poter contare sulla solidarietà popolare: “chi non si trova in questa situazione di massima difficoltà di sopravvivenza, non può capirne la gravità. É una emergenza, dove vado a dormire in strada?”.
Potrebbe piacerti anche