The news is by your side.

Spaccia droga in minicar: finisce in comunità un 18enne. Da lui si rifornivano i giovani della Val Pescara

Rosciano. Alle prime ore del 25 maggio, i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Penne hanno dato esecuzione ad una misura cautelare di collocamento in comunità nei confronti di E. P., 18enne, studente, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Il 18enne, residente a Chieti, lo scorso febbraio, ancora minorenne, era stato individuato dai militari dell’Arma di Penne, impegnati in attività per il contrasto all’uso e allo spaccio di sostanze stupefacenti, a Rosciano, dove si aggirava per le vie cittadine a bordo della sua minicar.

Fermato e perquisito, veniva sorpreso in possesso di 11 involucri di cellophane contenente “marijuana” pronta per essere ceduta ai giovani acquirenti della Val Pescara.

I carabinieri hanno poi proceduto a perquisire anche l’abitazione del ragazzo, dove sono stati ritrovati un bilancino di precisione e tutto il materiale necessario per il confezionamento delle dosi.

Nel corso della successiva attività di indagine svolta, sono emersi ulteriori addebiti a carico del 18enne, per cessioni di stupefacenti ad altri coetanei della Val Pescara. Il giovane è stato denunciato al Tribunale per i Minori dell’Aquila, in quanto all’epoca ancora minorenne, e oggi ha visto aprirsi le porte della comunità di recupero.

Ancora una volta, è sempre al centro dell’attività dell’Arma il fenomeno dell’uso di sostanze stupefacenti, specialmente negli ambienti giovanili, quale vera piaga sociale dell’area vestina e della provincia pescarese, che vede costantemente impegnati tutti i reparti in stretta sinergia operativa. 

Potrebbe piacerti anche