The news is by your side.

Sulla “Transiberiana d’Italia” nel Parco della Maiella, inaugurazione con Fondazione Fs Italiane

Sulmona. Nel Parco Nazionale della Maiella sono ricominciati i viaggi in treno sulla cosiddetta “Transiberiana d’Italia”, nella tratta Sulmona, Pettorano Sul Gizio, Cansano, Campo di Giove, Palena, Rivisondoli-Pescocostanzo e Roccaraso lungo la linea ferroviaria Sulmona-Isernia. L’idea della “Ferrovia dei Parchi” è stata sviluppata dalla Fondazione FS Italiane, con il supporto dell’associazione Le Rotaie e della società di servizi turistici Pallenium Tourism.

All’inaugurazione e alla partenza erano presenti, insieme al direttore generale di Fondazione FS Luigi Cantamessa, i vertici dell’Ente Parco, il presidente Lucio Zazzara e il direttore Luciano Di Martino, il sindaco di Sulmona Annamaria Casini e il sindaco di Cansano Luca Malvestuto. A Campo di Giove il Sindaco Giovanni Di Mascio non ha fatto mancare la consueta accoglienza con banda musicale.
Alla stazione di Palena (Chieti) il presidente del Parco e il direttore generale di Fondazione FS hanno condiviso con il sindaco Claudio D’Emilio saluti e idee per future iniziative.
Sono state organizzate attività per scoprire l’area dei Quarti, l’eremo celestiniano di Madonna dell’Altare, il geosito di Capo di Fiume, il museo e l’area faunistica dell’Orso a Palena, con un grande ruolo svolto dalla Proloco di Palena per le visite al borgo e al Museo Geopaleontologico dell’Alto Aventino.
Tutela della natura e delle ferrovie storiche per la promozione di un turismo sostenibile che renda tutti più consapevoli delle potenzialità di sviluppo locale legate alla mobilità dolce e alla riscoperta dei piccoli borghi, che in questo caso si arricchiscono della presenza delle strutture del Parco, ora anche Geoparco Mondiale dell’Unesco, e di una rete sentieristica efficiente per scoprire la biodiversità, la geodiversità, e l’immenso patrimonio culturale.

Potrebbe piacerti anche