18.2 C
Pescara
domenica, Settembre 25, 2022

Univaq lancia “Street Science”: una settimana di seminari, talk, pop-up e esperimenti all’aperto

Must read

 

L’Aquila.  Torna all’Aquila, “Street Science – La Ricerca al Centro”, un programma di iniziative di divulgazione scientifica promosso dall’Università dell’Aquila nell’ambito delle manifestazioni della Notte europea dei ricercatori, in programma, quest’anno, venerdì 30 novembre. Gli eventi di Street Science avranno luogo a piazza Battaglione Alpini (nel parco del Forte Spagnolo) e a piazza Chiarino, da sabato 24 settembre a sabato 1 ottobre.

Anche nel 2022, infatti, ritenendo che una sola giornata non fosse sufficiente per raccontare la passione per la ricerca, lo staff di Univaq ha deciso di allestire un programma ricco e variegato, che abbraccerà un’intera settimana.

Tanti gli appuntamenti in cartellone: seminari, talk, pop-up, lezioni divulgative con scienziati di fama internazionale ma anche dibattiti, spettacoli teatrali e musicali, contest tra scuole, gare sportive e incontri. A dare l’avvio all’edizione 2022 sarà una corsa/passeggiata inclusiva e non competitiva aperta a tutti su due percorsi di 6 e 12 chilometri, in programma sabato 24 settembre ore 15. Come per le altre edizioni, l’iniziativa è rivolta alla città, dai bambini agli adulti. Ci sarà la possibilità di avvicinarsi al mondo della scienza incontrando da vicino le donne e gli uomini che lo vivono quotidianamente.

“Scopriremo insieme le leggi che governano l’ambiente che ci circonda – assicurano gli organizzatori – il nostro corpo, ma anche i gesti apparentemente scontati e banali che compiamo nella vita di tutti i giorni; indagheremo temi complessi e di stretta attualità come i cambiamenti climatici, i veicoli connessi e i sistemi di trasporti intelligenti, le esplorazioni, le biotecnologie; conosceremo coloro che, nella nostra Università, portano avanti progetti di primaria importanza e d’avanguardia nel campo della matematica, delle scienze, dell’ingegneria,
dell’archeologia, della fisica, della storia e dell’informatica. Saranno proprio loro, uomini e donne di scienza, a coinvolgere e intrattenere, con ironia e leggerezza ma anche con competenza, passione e rigore, il pubblico, con lo scopo di avvicinare il maggior numero di persone al mondo della ricerca”.

- Advertisement -spot_img

Latest article