The news is by your side.

Variante sudafricana sembra la più problematica, Fauci: fortunamente vaccini disponibili proteggono

Pescara.  Tra le varianti emerse del coronavirus SarsCov2 la più problematica sembra
quella sudafricana: lo ha spiegato l’immunologo Anthony Fauci, direttore del National Institute of Allergy and
Infections Diseases (Niaid), nella lezione “COVID-19 in 2021: lezioni apprese e sfide rimaste, trasmessa oggi
sui siti dell’Accademia dei Lincei e dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

Fauci ha passato in rassegna 5 varianti emerse finora negli Stati Uniti: quella britannica, che “aumenta la trasmissibilità e probabilmente la gravità della malattia, ma è ben coperta dai vaccini finora autorizzati e quella sudafricana, che sembra la più problematica, perchè aumenta probabilmente la trasmissibilità, riduce in parte l’efficacia di alcuni vaccini e in vitro sembra anche diminuire quella degli anticorpi monoclonali”.

C’è poi quella brasiliana, contro cui “vaccini e anticorpi monoclonali potrebbero essere meno efficaci”, quella isolata in California, che secondo studi preliminari sembra avere “una maggiore trasmissibilità e gravità”, e quella isolata a New York, contro cui gli anticorpi monoclonali potrebbero essere meno efficaci. “Fortunatamente per noi – ha concluso – i vaccini che abbiamo proteggono tutti in qualche modo dalle varianti, anche se in grado minore”.

Potrebbe piacerti anche