The news is by your side.

Vendeva al mercato profumi contraffatti, denunciato ambulante macedone

La merce immessa sul mercato avrebbe reso oltre 5mila euro

Pescara. Si rafforzano le attività disposte dal comando provinciale di Pescara in materia di controllo economico del territorio e contrasto ai traffici illeciti in genere, anche presso i mercati rionali. Nello specifico, presso il mercato settimanale che si svolge il lunedì in via Pepe, i militari del nucleo di polizia economico-finanziaria di Pescara, nel corso di controlli mirati, hanno individuato un venditore ambulante, di nazionalità macedone, intento alla vendita di profumi di note griffe come Paco Rabanne, Hugo Boss, Dolce & Gabbana, Giorgio Armani, Yves Saint Lauren, Lancome, Versace e Chanel verificati contraffatti.

I prodotti, a seguito di successive analisi tecniche, sono risultati di “ottima fattura”, pressoché identici all’originale per quanto riguarda la riproduzione del marchio, il packaging e la fragranza. L’attività criminosa è stata immediatamente interrotta con il sequestro di un centinaio di profumi e la denuncia alla locale autorità giudiziaria del responsabile, per i reati di commercio di prodotti con segni falsi e ricettazione, che prevedono, nel complesso, la reclusione fino a otto anni e multe fino a ventimila euro.

La merce, immessa sul mercato, avrebbe reso oltre 5mila euro. L’intervento è l’ultimo di una serie continua di controlli che vedono la presenza dei militari della Guardia di Finanza presso i mercati rionali, in specie quello di via Pepe e che hanno consentito di effettuare numerosi sequestri.

Nell’ultimo biennio, infatti, numerosissimi sono stati gli interventi disposti ed eseguiti dai dipendenti reparti – compreso il Gruppo di Pescara e la Tenenza di Popoli -, a seguito dei quali sono stati sequestrati circa 20mila articoli contraffatti e/o pericolosi (profumi, abbigliamento, capi sportivi, cosmetici, ecc.) con la denuncia all’Autorità Giudiziaria di ben 15 rivenditori, responsabili degli illeciti. La proficua azione repressiva costantemente svolta dalle Fiamme Gialle di Pescara a contrasto della contraffazione, rappresenta il concreto impegno del Corpo verso i fenomeni che arrecano danni all’economia legale e ancor più dei consumatori.

 

Potrebbe piacerti anche