The news is by your side.

Viene beccato mentre litiga in strada con la compagna: è evaso dai domiciliari. La Guardia di finanza lo riconosce e lo arresta di nuovo

Pescara. È sempre più capillare il contributo al controllo delle aree sensibili del territorio da parte delle pattuglie del gruppo Guardia di finanza di Pescara, le quali, ogni giorno, sono fattivamente presenti su strada a Pescara e in provincia. 

Sono le 19:00 circa di ieri quando una pattuglia, composta da due militari in forza alla sezione anti terrorismo pronto impiego – meglio noti come baschi verdi – nel corso di un servizio d’istituto, si imbattono in un uomo già noto alle forze dell’ordine che, a seguito di una complessa indagine condotta proprio dalle fiamme gialle nel 2018, era stato tratto in arresto e, nell’attualità, si sapeva essere sottoposto agli arresti domiciliari. 

Invece R.R., colto peraltro nel corso di un’animata conversazione con la sua compagna convivente lungo via Raiale – prontamente interrotta dai militari – è stato riconosciuto dai militari e perciò fermato e, dopo gli accertamenti del caso, arrestato per il reato di evasione. 

Nella mattinata odierna è stato anche celebrato il giudizio direttissimo, nel corso del quale è stato convalidato l’arresto di R.R. per il reato di evasione e disposto, ex novo, il provvedimento degli arresti domiciliari. 

Ancora una volta, è evidente l’alta professionalità e l’attenzione con cui i baschi verdi operano su strada e concorrono alla sicurezza pubblica, anche nel controllo di soggetti già conosciuti, come nel caso di specie del pescarese evaso, condannato l’anno scorso per gravi reati, quali associazione a delinquere finalizzata all’estorsione aggravata, spaccio di sostanze stupefacenti e furto aggravato, all’esito di indagini dello stesso reparto.

Una dimostrazione di efficienza e alta reattività, quella di ieri delle fiamme gialle, che rende tangibile, anche agli occhi del cittadino, l’efficace operatività e presenza dei baschi verdi sul territorio pescarese. 

Potrebbe piacerti anche