The news is by your side.

Bonifiche a Bussi e Piano d'Orta, Berardinetti: tappa importante, frutto di un'efficace sinergia tra gli enti

Bussi. “La Regione Abruzzo accoglie con soddisfazione la decisione del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare di adottare le determinazioni conclusive sui procedimenti amministrativi dedicati alla bonifica del Sito di Interesse Nazionale “Bussi sul Tirino” – Area “Discarica Tremonti” nel Comune di Bussi sul Tirino e area “Ex Montecatini” in località Piano d’Orta, nel Comune di Bolognano”. È quanto affermato dall’assessore regionale ai Lavori Pubblici, Lorenzo Berardinetti. “Il Ministero ha, di fatto, accolto la linea da sempre sostenuta con forza dalla Regione Abruzzo – Servizio Gestione Rifiuti, in accordo con la Giunta Regionale, di procedere alla rimozione dei rifiuti presenti nei siti, condizione essenziale per una efficace e risolutiva bonifica delle matrici ambientali (es. aria, acqua e suolo), risultate contaminate, a beneficio non solo dei territori interessati ma dell’intera Val Pescara e delle comunità ivi residenti, che hanno sempre auspicato il loro definitivo risanamento ambientale”.
“Le decisioni ministeriali rappresentano una tappa importante”, continua l’assessore regionale, “frutto di una efficace sinergia tra gli enti coinvolti, ma il percorso che resta è ancora lungo ed impegnativo, e la Regione Abruzzo è impegnata quotidianamente per elaborare e ultimare gli atti di propria competenza, propedeutici alla conclusione dei procedimenti relativi a tutte le restanti aree del SIN di Bussi sul Tirino, ove il Ministero è autorità competente per legge”. “Inoltre, oggi la Giunta regionale ha adottato una delibera contenente l’atto di proposta della Regione Abruzzo – di concerto con ARTA ed enti locali interessati – riguardante la nuova perimetrazione del SIN, che consentirà al Ministero di approvare, con apposito Decreto, una nuova e più ampia perimetrazione del sito “Ex Montecatini”, ubicato in località Piano D’Orta a Bolognano, in relazione alla presenza di contaminanti nelle matrici ambientali, prevedendo ulteriori puntuali controlli sulle zone esterne limitrofe per valutare eventuali future estensioni di aree da bonificare. La tutela ambientale e la salute pubblica sono priorità dell’agenda politica in cui questa amministrazione regionale ha creduto sin dal principio; oggi raccogliamo il frutto dell’impegno profuso”, conclude Berardinetti.

Potrebbe piacerti anche