The news is by your side.

Cerimonie e banchetti: ecco 8 fiori per addobbi fai da te belli e economici

 

Sono tornate le cerimonie: matrimoni, cresime, comunioni. E con loro sono tornati i banchetti e le decorazioni floreali. La pandemia legata al coronavirus ci ha costretti a reinventare gli spazi e a organizzare feste all’aperto (che diciamo la verità, sono da sempre le più belle). E così sono arrivate le istituzioni che hanno lanciato l’idea di celebrare i riti civili nei giardini e sono sempre di più le persone che scelgono di realizzare addobbi floreali in autonomia, “fai da te”!

Perché?

Perchè è economico, conveniente ma sopratutto è divertente! Tante sono le spose e le mamme di giovani che si avvicinano alla comunione o alla cresima che in questi giorni stanno scegliendo i fiori e le piante nelle serre di Santilli Vivai, a Celano. Con gli immancabili consigli di mamme più esperte e, qualche volta più propense al pollice verde, di suocere appassionate o di amiche confidenti, tante donne hanno chiesto consigli allo staff dei Vivai Santilli per dare quel tocco di “bianco” che tanto ricorda il candore di tutte le cerimonie, come tradizione vuole.

E allora abbiamo pensato a darvi qualche consiglio su quali fiori scegliere per abbellire le vostre feste ma che poi potranno rimanere nei giardini o magari sui balconi e le terrazze.

Acquisti che non graveranno eccessivamente sulle spese e che dureranno nel tempo, se accompagnati da poche accortezze, avendo a disposizione una vasta gamma di vasi, terricci e prodotti per nutrire e curare le piante.

Ecco 8 fiori per decorare le vostre cerimonie, in modo facile e economico

  • LOBELIA

La lobelia è una tipologia di pianta molto amata e diffusa nei giardini a scopo decorativo e ornamentale. È facile da coltivare e apprezzata anche per terrazzi e gazebo. Ha piccoli fiori con corolla di varie sfumature di colore, tra cui blu, azzurro, viola, rosa e bianco. Fiorisce da metà primavera a metà autunno.

  • POTUNIA

La potunia è una pianta che necessita di irrigazioni piuttosto frequenti, non riesce a sopportare la siccità anche se per brevi periodi. Ha dei fiori a campanella tanto belli ma tanto delicati, per questo tende ad appassire in fretta.

È consigliato bagnarla una volta ogni 2 o 3 giorni ma chiaramente dipende anche dalle condizioni del tempo. Prima di procedere controllare il terreno perché nel caso fosse ancora umido va evitata una nuova irrigazione. Ha bisogno di un luogo particolarmente soleggiato. Se così non fosse si rischierebbe una scarsa fioritura.

È bene ricordare che le piantine possono essere messe a dimora dopo che hanno raggiunto i dieci centimetri di altezza.

  • Margheritine

Le margherite sono i fiori simbolo della positività. Sono piantine che amano i climi temperati: la temperatura ideale per la loro riproduzione si aggira intorno ai quindici gradi. Non vanno tenute al di sotto dei dieci gradi e nemmeno sotto la pioggia forte per via della delicatezza dei fiorellini.

Sono piante che vivono da marzo a settembre, poi si possono spostare in vaso ma con accorgimenti particolari, soprattutto per la terra che dovrà contenerle.

  • BEGONIA

La begonia è una pianta perenne di origine tropicale. Viene scelta per la bellezza dei suoi fiori: non solo bianchi ma anche molto colorati e variopinti. Ha bisogno di poche e semplici accortezze ma per far sì che abbia una buona fioritura, bisogna sistemarla in un luogo soleggiato, dove però i raggi non siano troppo diretti, altrimenti si formano tante piccole macchioline scure. 

  • GERANIO ZONALE

Il geranio può crescere sui davanzali e sui balconi, in luoghi ventilati e soleggiati. La pianta inizia a fiorire a marzo-aprile e prosegue fino a fine ottobre. Le foglie sono opposte, vellutate e lobate. I fiori hanno cinque petali e i colori sono variabili: vanno dal bianco alle tonalità intermedie di rosa, rosso e salmone. Non amano gli ambienti umidi e vanno tenuti all’interno solamente con il freddo dell’inverno.

  • Geranio macranta

Il geranio macranta è molto popolare. Viene chiamato anche geranio “fantasia” o “a farfalla” per la forma delle infiorescenze. I suoi fiori leggermente vellutati, semplici o doppi, sono vistosi e dai colori brillanti, nei toni del bianco, del rosa, del rosso e del lilla ma anche nelle varianti arancione e lavanda. Le sue foglie sono profumate. È un geranio che ama il sole ma durante il periodo di massima fioritura va comunque tenuto ombreggiato nelle ore centrali della giornata, quelle più calde.

  • CALANDIVA

La calandiva è una pianta  molto popolare tra i consumatori “a basso pollice verde”! Questo perché ha dei fiori doppi e di lunga durata (non solo bianchi ma anche rosa, gialli, arancio), che possono vivere fino a 60 giorni. Le foglie sono carnose e larghe. Durante l’estate non va posizionata al sole diretto. Spesso queste piante non vengono scelte per il fatto che farle rifiorire in appartamento è difficile.

  • ANTURIUM

Molto apprezzata soprattutto come dono, l’anturium, a seconda delle occasioni, è molto apprezzata sia in bianco che in rosso. Va collocata in penombra. Per due volte al mese, nel periodo primavera-estate ha bisogno di un fertilizzante liquido completo. Da evitare accuratamente i ristagni d’acqua.

 

Vai sul sito di Santilli Vivai e approfitta delle promo Primavera Estate 2021

 

 

 

 

 

Santilli Vivai

Via Tiburtina Valeria km 125, 300

Celano (AQ)

Tel. 0863 793286

#advertising

Potrebbe piacerti anche