The news is by your side.

Coronavirus, in Abruzzo 54 nuovi casi e un morto: aumentano i ricoveri, pochi i tamponi

A Pescara nessun caso nelle ultime 24 ore, il tasso positività al 3,9%

L’Aquila.- Sono 54 i nuovi casi di Covid-19 accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall’analisi di 888 tamponi molecolari: è il numero più basso di test eseguiti negli ultimi sette mesi, fatta eccezione per i giorni festivi del periodo Natalizio e di quello di Pasqua. E’ risultato positivo il 6,08% dei campioni. Si registra un decesso, che fa salire il bilancio delle vittime a 2.438. Lieve aumento dei ricoveri, che passano dai 299 di ieri ai 307 di oggi: il tasso di occupazione dei posti letto resta comunque lontanissimo dai livelli di allarme. I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 10, di cui 1 in provincia dell’Aquila e 9 in provincia di Chieti.

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 1 nuovo caso e sale a 2438: si tratta di un 64enne della provincia dell’Aquila. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 62280 dimessi/guariti (+148 rispetto a ieri).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 7852 (-95 rispetto a ieri).

Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 1048827 tamponi molecolari (+888 rispetto a ieri) e 430133 test antigenici (+498 rispetto a ieri).

Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 3.9 per cento. 278 pazienti (+7 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 29 (+1 rispetto a ieri con 2 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 7545 (-103 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Del totale dei casi positivi, 18150 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+7 rispetto a ieri), 18819 in provincia di Chieti (+43), 17913 in provincia di Pescara (invariato), 16942 in provincia di Teramo (+4), 559 fuori regione (+1) e 187 (-1) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità.

Potrebbe piacerti anche