The news is by your side.

Da Matti a San Vito Chietino, il top dello street food abruzzese secondo il Gambero Rosso

Pescara. Sesta edizione per la guida Street Food, la pubblicazione firmata Gambero Rosso che ha portato alla ribalta, precedendo le mode, il ricco mosaico del cibo strada all’italiana. Crescono le segnalazioni, sono oltre 600 quest’anno, e il volume si arricchisce di illustrazioni e itinerari dedicati alle specialità più amate in varie regioni italiane: dalla focaccia pugliese a quella genovese, dai bacari veneziani agli stigghiolari palermitani.

Tra le centinaia di indirizzi selezionati troviamo mangiari di strada tradizionali, contaminazioni internazionali e nuove avventure di grande cucina prêt-à-porter, in cui gli chef si dilettano in golose preparazioni da asporto.

Non mancano i food truck, attività itineranti di somministrazione del cibo: in un anno complicato come questo, in cui festival ed eventi hanno avuto una forte battuta d’arresto, molti hanno saputo reinventarsi tramite l’asporto e il delivery; sono segnalati in una sezione dedicata in coda.

“In questa sesta edizione della guida Street Food”, dichiara Paolo Cuccia, presidente di Gambero Rosso, “vogliamo portare in auge ancora di più la grande evoluzione di questo settore che, mantenendo le solide radici culturali del cibo di strada, innova costantemente la qualità dell’offerta”.

Ben 20 nuovi campioni regionali, insieme a due premi speciali: Street Food da Chef, per la rielaborazione inedita di un piatto tipico dello street food nell’alta cucina, e Street Food on the road, dedicato alla migliore proposta di cibo di strada itinerante. Sono inoltre presenti box di approfondimento regionali su specialità dello street food ed i percorsi per assaggiarle.

Nella realizzazione di Street Food, il Gambero Rosso è stato affiancato da Così Com’è, marchio di Finagricola specializzato nella produzione di pomodorini coltivati nella Piana del Sele. “Dietro il semplice gesto di addentare un panino, c’è un universo di ricordi, di merende consumate per strada, di magliette sporcate. Ma anche di gusti genuini garantiti da sacrifici quotidiani e da costante ricerca”, commenta Fabio Palo, direttore commerciale di Finagricola, “ed in virtù dei ricordi e della voglia di riappriopriarsi della vecchia libertà che hanno unito tutti noi in questo anno, che abbiamo scelto la guida Street Food di Gambero Rosso. Cogliamo l’occasione, inoltre, per suggerire un modo nuovo e più sano di arricchire il cibo da strada: i nostri ketchup di datterino giallo e rosso e le nostre salse barbecue americana e orientale, ideali per esplorare sorprendenti abbinamenti di sapori”.

 

 

 

 

Potrebbe piacerti anche