The news is by your side.

Discarica di Bussi, Forum H2O: dal ministero dell’ambiente segnali di esistenza

Pescara. ”Abbiamo un ministero dell’ambiente marziano, su Bussi ogni tanto arrivano segnali intermittenti che evidenziano l’esistenza in vita di questo soggetto che non si sa bene cosa stia facendo visto che i messaggi sono pure particolarmente flebili”. Lo scrive la Segreteria Operativa Forum Abruzzese dei Movimenti per l’Acqua. ”Per legge sarebbe pure l’ente responsabile ma ha bisogno continuamente di imbeccate dagli altri enti e dalle associazioni per accorgersi di ciò che accade nelle aree di sua competenza. Non solo avvengono cose “a sua insaputa” ma funge pure da freno a mano delle bonifiche”, prosegue il Forum, “infatti, non fa andare avanti da febbraio 2018 senza spiegarne i motivi un progetto di bonifica previsto da una legge dello Stato del 2012 da ben 40 milioni di euro predisposto dal Commissario Goio e addirittura aggiudicato dal ministero stesso. Intervento che prevede la totale rimozione dei rifiuti”.

“Ricordiamo bene la lotta che facemmo quando nel 2013 il ministero sponsorizzava la cosiddetta soluzione “in loco”, cioè il tombamento con discarica, probabilmente molto meno costoso. Già allora ci chiedevamo”, sottolinea, “perché dovremmo preoccuparci di adottare una soluzione meno onerosa visto che alla fine dovrà pagare il privato, sobbarcandoci pure una discarica dopo tutto quanto ha sopportato la Val Pescara? Il progetto Goio con la rimozione dei rifiuti, infatti, sarebbe realizzato in danno, cioè richiedendo i denari anticipati dal pubblico all’inquinatore per l’intero importo. Intervento però fermo e nel frattempo la situazione ambientale ne risente. Il ministero dice che intanto, a giugno 2018, è stata individuata in Edison la società responsabile, che dovrebbe intervenire. Peccato non lo stia facendo. Dopo un anno e 4 mesi di inadempimenti”, conclude il Forum H2O, “il ministero si limita a mandare, sollecitato, una letterina da Marte. Sarà magari che domani scade pure il termine per l’accesso agli atti che abbiamo avanzato al ministero ad Ottobre proprio per avere le carte delle 2A e delle 2B?”.

Potrebbe piacerti anche