2.4 C
Pescara
martedì, Novembre 30, 2021

Ecco l'elenco dei migliori vini abruzzesi del 2016 secondo la guida del Touring Club

Must read

E’ ufficiale l’elenco dei migliori vini autoctoni del 2016. Sono stati infatti comunicati i premi assegnati alle cantine abruzzesi da Vinibuoni d’Italia – Touring Club, una delle guide enologiche più seguite del settore. Positivo il bilancio per la regione Abruzzo che nelle finali di Buttrio (Udine) ha portato 24 vini in rappresentanza della migliore produzione regionale. Come accade ormai da diversi anni, le selezioni erano state curate dal coordinatore regionale Andrea De Palma coadiuvato dal giornalista enogastronomico abruzzese Franco Santini.
A ospitare l’evento, Villa di Toppo Florio a Buttrio (Udine): la cerimonia di proclamazione delle Corone ha visto la partecipazione di molti produttori della Regione, che con la loro presenza hanno sottolineato il grande successo dei vini friulani con 35 corone ottenute su 44 finalisti presentati. Il grande impegno organizzativo della Proloco Buri in collaborazione con Ersa e Turismo FVG ha permesso l’andamento regolare e perfetto delle degustazioni che anche quest’anno si sono svolte con voto palese da parte dei coordinatori regionali della guida che nella tre giorni di Buttrio si sono impegnati a fondo nella difficile individuazione dei vini che hanno meritato l’ambito premio della Corona. I vini serviti coperti dai sommelier della Proloco Buri sono passati a Corona con voto di maggioranza.
Ad affiancare il lavoro dei coordinatori della guida, si sono aggiunte le giurie composte da giornalisti di settore – Paul Balke, Giuseppe Casagrande, Lorenzo Colombo, Toni Gomisek, Davide Gangi e Fabio Piccoli – oltre a wine lover e sommellier che hanno degustato in contemporanea gli stessi vini che venivano valutati dai coordinatori della guida. Il progetto, dal titolo “Oggi le corone le decido io”, ideato da Vinibuoni d’Italia sta godendo forte interesse tra il pubblico.
“Ogni anno ci battiamo per far avere più spazio in guida ai vini d’Abruzzo”, spiegano De Palma e Santini, “e non è mai facile provare a rendere un quadro completo della crescita qualitativa del movimento vino di una regione complessa e varia come questa. Anche quest’anno abbiamo assaggiato più di cinquecento vini e con i rigidissimi criteri di selezione a cui ci dobbiamo attenere ne abbiamo potuti portati alle finali nazionali solo 24. Vino bottiglie vini d'abruzzoAlle volte dobbiamo fare tagli dolorosi, con tanti altri vini che meriterebbero la ribalta, ma dobbiamo sempre fare i conti con gli spazi a disposizione. L’appuntamento finale è poi solo la sintesi di un lavoro che dura 365 giorni, durante i quali visitiamo le aziende, parliamo con i produttori, assaggiamo i loro vini e ne indaghiamo l’evoluzione nel tempo, alla ricerca di un confronto continuo e della giusta chiave di lettura, il più possibile senza pregiudizi e preclusioni”. La selezione fatta cerca ogni volta di raccontare le diverse filosofie di produzione e le peculiarità dei territori d’origine e passa da minuscole aziende contadine a realtà imprenditoriali di grande rilievo.
Alle finali, in cui i vini  abruzzesi selezionati sono stati sottoposti al giudizio di commissioni composte dai coordinatori di altre regioni e a quello del pubblico di appassionati, alcune cantine molto “abruzzesi” hanno fatto fatica a essere interpretati da palati che non abituati a certe “impuntature” e spigolosità che invece in questa regione  emozionano e riconducono alla vera terra d’Abruzzo. Da qui la distinzione tra Corona e Golden Star, con la prima a evidenziare i vini che hanno avuto anche il riconoscimento delle commissioni extra-regionali. Ma il consiglio per gli appassionati è di provarli tutti e di godere dei gioielli gastronomici di una splendida terra.
Ecco i 24 finalisti, suddivisi in 15 “Coronati” (15) 9 “Golden star”
Coronati:
Agriverde Trebbiano d’Abruzzo Doc Solàrea 2012
Buccicatino Vini Montepulciano d’Abruzzo Doc Don Giovanni 2012
Cantina Zaccagnini Abruzzo Doc Bianco San Clemente 2013
Cataldi Madonna Luigi Terre Aquilane Igt Pecorino Giulia 2014
Chiusa Grande Montepulciano d’Abruzzo Doc Perla Nera 2009
De Angelis Corvi Montepulciano d’Abruzzo Doc Fonte Raviliano 2012
Fattoria La Valentina Montepulciano d’Abruzzo Doc Binomio 2011
Fontefico Cerasuolo d’Abruzzo Doc Superiore 2014
Francesco Cirelli Montepulciano d’Abruzzo Doc Anfora 2014
Lepore Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane Docg Re 2011
Lorenzo Filomusi Guelfi Montepulciano d’Abruzzo Doc Riserva 2011
Masciarelli Abruzzo Doc Pecorino Castello di Semivicoli 2014
Orlandi Contucci Ponno Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane Docg Ris 2010
Torre dei Beati Abruzzo Doc Pecorino Giocheremo con i fiori 2014
Valentini Trebbiano d’Abruzzo Doc 2012
Golden star:
Barba Montepulciano d’Abruzzo Doc Vignafranca 2012
Centorame Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane Docg Castellum Vetus 2010
La Quercia Vini Abruzzo Doc Montonico Superiore Santapupa 2014
Marina Palusci Colline Pescaresi Igt Pecorino Plenus 2013
Pepe Emidio Montepulciano d’Abruzzo Doc Montepulciano d’Abruzzo Bio 2012
Pepe Emidio Trebbiano d’Abruzzo Doc Trebbiano d’Abruzzo Bio 2013
Praesidium Cerasuolo d’Abruzzo Doc Superiore 2014
Torre dei Beati Cerasuolo d’Abruzzo Doc Rosa-ae 2014
Valle Reale Trebbiano d’Abruzzo Doc Vigna di Capestrano 2013

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article