The news is by your side.

Elezioni amministrative, a Salle la presentazione della lista Insieme Possiamo 

Salle. Si è tenuta domenica 12 maggio nella sala del Centro Giovani “Ivano Colangelo” la presentazione dei candidati della Lista numero 3 Insieme possiamo. Un clima di ottimismo, concretezza e entusiasmo ha accompagnato l’iniziativa che precede la competezione elettorale del prossimo 26 maggio. “Ringraziamo i cittadini intervenuti di persona, che con il loro entusiasmo ci hanno dato forza e coraggio, e i tanti sostenitori che hanno inviato messaggi di adesione. Il nostro candidato Sindaco Davide Morante ha tenuto un discorso di alto profilo, all’insegna della competenza e della passione per Salle e la sua storia, che ha emozionato la sala. I candidati consiglieri hanno manifestato la loro piena e convinta partecipazione al programma e la loro fiducia incondizionata a Davide Morante”, affermano in una nota i candidati.

Il candidato sindaco Davide Morante, classe 1992 e sin da giovanissimo animato dalla passione per la politica e l’associazionismoriassume così le linee guida del programma elettorale: “Abbiamo in mente un Comune trasparente, solidale, pulito e innovativo Trasparente: che rispetta i principi di legalità, libertà, uguaglianza e democrazia. Solidale: che non lascia indietro nessuno e valorizza i bisogni e le qualità di tutti.Pulito: che non inquina e non si fa inquinare. Innovativo: che conosce il proprio passato, affronta con coraggio e dignità le sfide del presente e guarda fiducioso al futuro”.

Questo il programma di mandato:

1. Qualità della vita:

l’Amministrazione comunale si impegnerà a garantire, di concerto con la ASL, il Medico di base e il Farmacista, il potenziamento del servizio medico-assistenziale; ad assicurare la tempestiva apertura del portone e della sala d’attesa dell’ambulatorio almeno mezz’ora prima rispetto all’arrivo del medico; a riorganizzare le politiche di assistenza sociale alle persone e alle famiglie più deboli; a promuovere iniziative volte a favorire il benessere della cittadinanza tramite incontri dedicati ai temi della salute psico-fisica.

2. Viabilità, decoro urbano, infrastrutture, ciclo dell’acqua e rischio idrogeologico:

al fine di garantire l’efficienza dei servizi sarà assunto a tempo determinato un operaio comunale a cui affidare la manutenzione ordinaria del Paese e l’attività di rimozione della neve e di spargimento del sale; i lavori di pulizia, ripristino e manutenzione (del manto stradale, dell’aree verdi, dei cimiteri e dell’illuminazione pubblica) saranno effettuati con regolarità in tutto il centro abitato senza privilegiare o svantaggiare nessuna zona; sarà creata una pista pedonale per collegare la Fonte del Colle al Campo sportivo e saranno installati punti luce; il Comune si farà carico di ripristinare e mettere in sicurezza la viabilità tra Salle e Salle vecchia; sarà introdotta la segnaletica stradale in tutto il territorio comunale e il senso unico attorno alla Piazza Beato Roberto;

l’Amministrazione approverà un piano speciale per la tutela del centro urbano di Salle nuova e per la messa in sicurezza dei ruderi di Salle vecchia; un’attenzione particolare verrà prestata alla cura dell’acqua pubblica e alla depurazione: l’Amministrazione si impegnerà a valorizzare le sorgenti comunali, a manutenere l’acquedotto e il serbatoio e a restituire ai sallesi l’orgoglio di bere l’acqua del Morrone; il Comune esigerà dall’ACA Spa il rispetto degli obblighi contrattuali e valuterà in caso di inadempienza il rimborso delle somme non dovute e l’eventuale revoca della concessione del servizio idrico integrato; l’Amministrazione comunale, di concerto con le altre istituzioni competenti, attuerà un piano straordinario per la sicurezza del Paese consistente nell’aggiornamento dei programmi e degli strumenti di protezione civile, nell’organizzazione di esercitazioni collettive, nella messa in sicurezza dei luoghi e degli edifici pubblici. Viabilità, decoro urbano, infrastrutture, ciclo dell’acqua e rischio idrogeologico:

al fine di garantire l’efficienza dei servizi sarà assunto a tempo determinato un operaio comunale a cui affidare la manutenzione ordinaria del Paese e l’attività di rimozione della neve e di spargimento del sale; i lavori di pulizia, ripristino e manutenzione (del manto stradale, dell’aree verdi, dei cimiteri e dell’illuminazione pubblica) saranno effettuati con regolarità in tutto il centro abitato senza privilegiare o svantaggiare nessuna zona; sarà creata una pista pedonale per collegare la Fonte del Colle al Campo sportivo e saranno installati punti luce; il Comune si farà carico di ripristinare e mettere in sicurezza la viabilità tra Salle e Salle vecchia; sarà introdotta la segnaletica stradale in tutto il territorio comunale e il senso unico attorno alla Piazza Beato Roberto; l’Amministrazione approverà un piano speciale per la tutela del centro urbano di Salle nuova e per la messa in sicurezza dei ruderi di Salle vecchia; un’attenzione particolare verrà prestata alla cura dell’acqua pubblica e alla depurazione:

l’Amministrazione si impegnerà a valorizzare le sorgenti comunali, a manutenere l’acquedotto e il serbatoio e a restituire ai sallesi l’orgoglio di bere l’acqua del Morrone; il Comune esigerà dall’ACA Spa il rispetto degli obblighi contrattuali e valuterà in caso di inadempienza il rimborso delle somme non dovute e l’eventuale revoca della concessione del servizio idrico integrato; l’Amministrazione comunale, di concerto con le altre istituzioni competenti, attuerà un piano straordinario per la sicurezza del Paese consistente nell’aggiornamento dei programmi e degli strumenti di protezione civile, nell’organizzazione di esercitazioni collettive, nella messa in sicurezza dei luoghi e degli edifici pubblici;

3. Storia, tradizione, luoghi della memoria, beni pubblici, paesaggio e architettura:

il Comune promuoverà lo studio, la catalogazione e il restauro dei beni materiali e immateriali; l’Amministrazione si propone di intraprendere un dialogo con la diocesi e il Parroco al fine di rafforzare il ruolo educativo e ricreativo della Chiesa all’interno della comunità, nonché per ristabilire il controllo della Chiesa e del Comitato Festeggiamenti sulla Festa del Santo Patrono, per ripristinare gli antichi riti della Festa e per riorganizzare il Comitato pro-santificazione del Beato Roberto; il Comune sosterrà il Museo delle Corde Armoniche tramite la valorizzazione e il completamento dell’apparato espositivo dedicato alla lavorazione del budello – anche per finalità sanitarie (fili per sutura), alimentari (budello per insaccati) e sportive (corde da tennis) – e alla produzione di corde musicali (di budello, di metallo e sintetiche) e lavorerà alla creazione di una serie di sottosezioni dedicate alla storia di Salle (vecchia e nuova), alla figura del Beato Roberto e alla storia dell’emigrazione;

il Comune realizzerà un grande progetto di riqualificazione del Cimitero vecchio per ridare dignità ad un luogo così importante per la memoria sallese; Salle vecchia e Salle nuova saranno trasformate in un museo diffuso e a cielo aperto tramite la realizzazione di percorsi guidati segnalati con la cartellonistica e la creazione di una Applicazione multimediale per smartphone; Tra i vari progetti di valorizzazione del patrimonio storico e paesaggistico, l’Amministrazione ha in mente: un belvedere sul canyon del fiume Orta; il restauro del vecchio ponte sul torrente situato a metà strada tra Salle e Salle vecchia; la ristrutturazione del vecchio Mulino sul fiume Orta; la riqualificazione dell’area pic-nic; la valorizzazione delle briglie del Rio Maggio; la messa a bando della gestione dell’ex asilo con l’obiettivo di realizzare una struttura ricettiva; la promozione del Castello di Salle; la riscoperta e la pratica del dialetto sallese, dei giochi e delle ricette della tradizione contadina

4. Artigianato, formazione, turismo e mobilità:

l’Amministrazione comunale sosterrà le attività artigianali esistenti garantendo l’efficienza dei servizi e delle infrastrutture e promuoverà ricerche storiche e corsi di formazione per incentivare la riscoperta e la pratica degli antichi mestieri (cordaro, apicoltore, campanaro, allevatore, coltivatore etc.); ogni anno saranno bandite almeno due borse di studio riservate a giovani studenti meritevoli per frequentare corsi di formazione e lingua in Italia e all’estero;

l’Amministrazione si adopererà presso la società di Trasporto Unico Abruzzese (ex ARPA) per assicurare collegamenti migliori (con le stazione ferroviaria e il capoluogo provinciale) e offrirà nel periodo estivo, in collaborazione con il Comune di Caramanico, una navetta per raggiungere la località termale; il Comune assicurerà a tutte le famiglie il trasporto gratuito dei bambini che frequentano le scuole elementari e dell’infanzia.

5. Iniziative socio-culturali e ricreative per tutti i membri della comunità:

il Comune predisporrà, di concerto con le associazioni, un piano di attività socio-culturali rivolto a tutta la cittadinanza e soprattutto ai bambini, alle donne e agli anziani; l’Amministrazione metterà disposizione dei pensionati e degli anziani uno spazio ricreativo e riqualificherà il parco giochi per bambini sito nel cortile dell’ex edificio scolastico; il Comune promuoverà (di concerto con l’Associazione che la gestisce) il rilancio della Biblioteca comunale;

sarà offerta alla cittadinanza l’opportunità di fare sport e ginnastica. Oltre all’intenzione di ridare prestigio alla tradizione del torneo di calcetto estivo, l’Amministrazione si propone di offrire ai cittadini la possibilità di praticare altri sport tradizionali come le bocce, il ballo, la pallavolo, il basket e il tennis, nonché di incentivare la riscoperta della Montagna, dell’antico abitato di Salle vecchia e del Fiume Orta tramite la promozione di passeggiate a piedi e a cavallo; l’Amministrazione si adopererà per attivare una collaborazione con il FAI (Fondo Ambiente Italiano) dedicata alla tutela del fiume Orta, dei torrenti e dei più importanti luoghi e paesaggi sallesi; il Comune promuoverà corsi e laboratori teatrali, musicali e di educazione civica.

6. Collegialità, partecipazione, inclusione e imparzialità:

il Sindaco, gli Assessori, i Consiglieri e gli impiegati comunali tratteranno tutti i cittadini allo stesso modo nel rispetto del principi di imparzialità e cortesia; il Municipio tornerà ad essere un luogo istituzionale decoroso in cui tutti i cittadini verranno accolti con educazione e disponibilità, senza favoritismi e corsie preferenziali; le decisioni di governo e gli atti amministrativi saranno assunti senza forzature e prevaricazioni dei procedimenti e dei regolamenti e saranno condivise dal Sindaco con la Giunta, il Consiglio comunale e la cittadinanza; i diritti della/e minoranza/e saranno rispettati scrupolosamente e sarà ripristinata la democrazia nella gestione del Consiglio comunale.

7. Trasparenza, legalità, digitalizzazione e buona amministrazione:

tutte gli atti e le iniziative dell’Amministrazione saranno adottate nel rispetto della legge e saranno rese pubbliche sul sito ufficiale del Comune; i cittadini saranno costantemente informati sull’attività amministrativa, sulle nuove norme e sulle opportunità di lavoro, assistenza e finanziamento; l’Amministrazione promuoverà la digitalizzazione dei servizi comunali e concretizzerà la possibilità per tutti i cittadini di richiedere e ottenere documenti e informazioni in modalità telematica; il Comune si impegnerà a ridurre le tasse comunali tramite la corretta ripartizione/riscossione dell’imposte e la messa a frutto dei beni comunali; 

si procederà al riordino della pianta organica secondo i principi di economicità ed efficienza; sarà ripristinata la distinzione delle competenze tra Amministratori ed impiegati comunali: ai primi spetterà il compito di fornire l’indirizzo politico e amministrativo, ai secondi le mansioni d’ufficio; l’accesso agli uffici e alle risorse informatiche e di cancelleria del Comune sarà consentito solo agli Amministratori e agli impiegati, mentre l’ingresso del pubblico sarà regolato da apposite norme e consentito in fasce orarie prestabilite, allo scopo di evitare quell’indecorosa occupazione dei locali comunali ad opera di amici, parenti e “cittadini privilegiati” a cui abbiamo assistito in questi ultimi anni.

8. Fondi europei, statali e regionali:

il Comune affiderà ad un Assessore competente il compito di coordinare la scrittura di progetti per ottenere finanziamenti pubblici e privati a vantaggio sia dell’intera collettività sia di associazioni, imprese e categorie di cittadini (giovani, donne, anziani, persone in cerca di lavoro, concittadini svantaggiati o con disagi fisici); i fondi pubblici disponibili saranno attribuiti con criteri meritocratici e sulla base dei diritti e dei bisogni di ciascuno, senza corsie preferenziali e favoritismi; l’Amministrazione impiegherà i fondi pubblici per trasformare Salle in un Paese pulito, efficiente e innovativo.

9. Salle in Italia e nel mondo: la risorsa dell’emigrazione:

la lista Insieme possiamo ha in mente un grande progetto per allacciare nuovi legami tra Salle e i sallesi in Italia e nel mondo. Tale intento ha diverse finalità: far sentire la vicinanza di Salle ai sallesi residenti altrove; offrire a quest’ultimi e in particolare alle ultime generazioni nuovi motivi per visitare Salle; raccogliere foto e testimonianze materiali e immateriali sulla storia di Salle vista dagli emigranti e dai loro discendenti e sulla storia dell’emigrazione sallese. Oltre all’utilizzo dei nuovi mezzi di comunicazione per rafforzare i rapporti tra Salle e i suoi concittadini sparsi in Italia e nel mondo, l’Amministrazione si impegnerà di concerto con il Comitato Festeggiamenti in Onore del Beato Roberto a far visita ad almeno una comunità sallese all’estero ogni anno; sarà rafforzato il gemellaggio con Morrone del Sannio e saranno promossi gemellaggi con le città estere dove vivono le comunità sallesi più numerose, a cominciare dalla cittadina belga di Morlanwelz;

una particolare attenzione sarà riservata alla cura dei rapporti con i nostri compaesani residenti a Napoli, presso la cui Amministrazione il Comune di Salle promuoverà il riconoscimento del contributo dei cordari sallesi allo sviluppo dell’economia e della cultura della città partenopea e dell’Italia meridionale. A tale riguardo, il Comune si adopererà presso i Ministeri dello Sviluppo economico, dei Beni e attività culturali e turismo e del Sud per chiedere il riconoscimento della lavorazione delle budella come patrimonio storico e ottenere finanziamenti ed iniziative speciali per la tutela e il rilancio del mestiere del cordaro sallese in Italia e nel mondo.

10. I paesi limitrofi e il Parco nazionale della Majella: un’idea più ampia di comunità:

l’Amministrazione comunale si adopererà per stringere rapporti di buon vicinato e costruire progetti di collaborazione istituzionale con i comuni confinanti al fine di migliorare i servizi e ridurre i costi; inoltre, si impegnerà a riscoprire e valorizzare le risorse paesaggistiche, le tradizioni e le storie che uniscono Salle e i Paesi vicini; il Comune di Salle si farà promotore di una rete di paesi montani per rivendicare – in sede regionale e statale – lo stanziamento di fondi ordinari e straordinari per il rilancio delle zone interne svantaggiate; l’Amministrazione affiderà ad un Assessore o Consigliere competente il ruolo di curare i rapporti con il Parco con l’obiettivo di massimizzare i benefici derivanti dall’appartenenza del Comune all’area protetta, rimuovere i disagi e promuovere una collaborazione all’insegna della valorizzazione delle risorse naturalistiche, architettoniche, etno-antropologiche e artigianali di Salle.

Potrebbe piacerti anche