The news is by your side.

Furti nonostante i domiciliari, eseguite pene concorrenti per un 45enne pescarese

Pescara. Ieri la Squadra mobile di Pescara ha dato esecuzione ad un ordine di carcerazione per pene concorrenti emesso dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Chieti lo scorso 17 agosto nei confronti di I.F. 45enne pescarese.

Sentenza emessa dal Tribunale di Pescara il 21 dicembre del 2018 e confermata in Appello il 28 febbraio dell’anno scorso e passata in giudicato il 19 maggio del 2020, che lo ha condannato per furto aggravato ed evasione.

I fatti risalgono a settembre 2018 quando l’uomo è stato sorpreso e tratto in arresto in flagranza dagli agenti della Squadra Volanti dopo che, sebbene agli arresti domiciliari, è uscito indebitamente dal domicilio dove era ristretto, e ha rubato da un furgone parcheggiato sulla sede stradale, nel quartiere San Donato, un pacco contenente articoli di profumeria e cosmetica.

Anche le altre condanne contemplate nel provvedimento di cumulo riguardano reati di evasione e contro il patrimonio, fra cui due rapine commese nel dicembre del 2013 in San Giovanni Teatino.

 

Potrebbe piacerti anche