9.9 C
Pescara
giovedì, Dicembre 9, 2021
Array

Gaffe del sindaco Alessandrini su facebook, la barzelletta delle targhe alterne

Must read

Pescara. “L’istituzione delle targhe alterne a Pescara diventa una barzelletta e il barzellettiere e’ proprio il sindaco Alessandrini: alle prime ore del mattino ha postato su facebook il suo profondo pensiero, ovvero che stava andando a L’Aquila con una macchina targa pari, quindi ‘avrebbe dovuto fare caso all’ora di rientro, in quanto oggi e’ in vigore l’ordinanza sulle targhe alterne’, tradotto il sindaco primo-piano_marco-alessandrini-aumentiamo-la-qualit-della-vita-dei-cittadini-di-pescaraAlessandrini non sapeva neanche cosa prevedeva l’ordinanza che ha firmato, ovvero che le targhe pari oggi potevano circolare. Una gaffe da ‘asino’ che non studia neanche cio’ che sottoscrive e che costringe i cittadini a subire. Alessandrini si deve dimettere”. A dirlo e’ stato il Capogruppo di Forza Italia alla Regione Abruzzo Lorenzo Sospiri. “Oltre a essere inutile e dannoso, il provvedimento odierno sul traffico sta diventando una farsa, portata avanti da un sindaco inadeguato, privo di qualunque competenza, isolato dai cittadini e dalla sua stessa maggioranza, che, con il suo vicesindaco, sta assumendo gli atteggiamenti di un piccolo despota dispettoso – ha detto il Capogruppo Sospiri -. Il post spuntato stamattina sul suo profilo Facebook ha poi provocato l’ilarita’ amara di tutta la citta’: accanto alla foto del sindaco che, felice e beato se ne va in bicicletta, e’ arrivata la sua lezione di educazione civica per tutti i cittadini scostumati che da giorni gli fanno notare l’inutilita’ della sua ordinanza, ossia ‘sto andando all’Aquila per discutere del masterplan su una macchina (del Comune, aggiungiamo noi) con targa pari. Cio’ vuol dire che dovro’ fare caso all’orario di rientro, in quanto da oggi e’ in vigore l’ordinanza sulle targhe alterne’. Cioe’ il sindaco Alessandrini – ha accusato Sospiri – non sa ne’ quello che scrive, ne’ quello che dice, ne’ quello che firma: oggi a Pescara, secondo l’ordinanza da lui sottoscritta, circolano le auto con targa pari quindi lui, il sindaco, se viaggiava su un mezzo con targa pari, non doveva stare attento a nulla perche’ oggi sono ferme le dispari, un ‘asino’ che ci ha confermato lo sconforto per quei pescaresi che hanno messo la citta’ nelle sue mani. Peggio ancora il seguito del post, ovvero quando parla di un’ordinanza che arreca disagi ‘ma la salute pubblica e’ uber alles, sopra tutto perche’ riguarda la vita di ciascuno di noi’. Gia’, peccato che non abbia nutrito alcun interesse per la salute pubblica la scorsa estate quando ha permesso a migliaia di bagnanti di immergersi in un mare con 30milioni di litri di feci e liquami e 650 litri di acido peracetico, nascondendo il divieto di balneazione. Evidentemente a luglio e agosto il mare inquinato non era ‘uber alles’, ossia non riguardava la salute di tutti noi. Credo che – ha affermato infine il capogruppo di Forza Italia – dopo la giornata odierna il sindaco Alessandrini abbia dimostrato concretamente di non conoscere cio’ che firma, di non avere alcun rispetto per i disagi dei cittadini, di non sapere ne’ volere tutelare la citta’ che amministra, oggi Alessandrini deve vergognarsi e dimettersi”.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article