The news is by your side.

Giornata internazionale dei bambini scomparsi, campagna di sensibilizzazione e informazione della Polizia di Stato

Pescara. Questa mattina, in occasione della Giornata Internazionale dei bambini scomparsi, su iniziativa del Questore di Pescara, Luigi Liguori, la Polizia di Stato ha distribuito in alcune scuole superiori di Pescara e della provincia, un opuscolo informativo elaborato per l’occasione.

Presso il Liceo Scientifico Corradino D’Ascanio di Montesilvano, una piccola rappresentanza della Questura ha inoltre avuto la possibilità di portare l’attenzione degli studenti sull’argomento, recandosi in diverse classi, seppure nel pieno rispetto dei protocolli anti-Covid-19, segno che anche i progetti di sensibilizzazione e di legalità abbracciati dalla Polizia di Stato stanno ripartendo in presenza.

Dopo avere spiegato che la Giornata Internazionale dei bambini scomparsi è stata istituita dall’ONU nel 1983 in ricordo del piccolo Ethan Paz, rapito a New York il 25 maggio 1979, sono state illustrate tutte le procedute attivate dalle forze di polizia in caso di scomparsa di una persona e, in particolare modo di un minore, anche sotto forma di allontanamento volontario.

L’opuscolo informativo esorta, inoltre, gli adolescenti a contattare la Polizia di Stato superando i diversi motivi per cui si vorrebbe scappare: dalla telefonata al 113 al messaggio di testo inviato utilizzando l’app YouPol che consente di comunicare direttamente con la Polizia di Stato, anche in forma anonima, segnalando episodi di spaccio, di bullismo o fenomeni connessi ai reati di violenza che si consumano tra le mura domestiche.

L’app YouPol consente poi di inviare direttamente alla Sala Operativa della Questura, in tempo reale, messaggi e immagini, permettendo agli operatori di intervenire prontamente. Per i minori scomparsi, oltre ai numeri di emergenza 112 e 113, si può consultare il sito, gestito dalla Polizia di Stato “it.globalmissingkids.org”, oppure contattare la linea europea per i minori scomparsi 116000 o il numero di Emergenza Infanzia per la violenza sui minori “114”.

Potrebbe piacerti anche