The news is by your side.

Grande successo di pubblico e di critica per il Pescara FLUTE Festival 2021

Il direttore artistico, Marco Felicioni e l’Assessore Mariarita Paoni Sacconi stanno già lavorando alla III edizione

Pescara. Grande successo di pubblico e di critica per la seconda edizione del Pescara FLUTE Festival svoltasi, nei giorni scorsi, all’Aurum – la fabbrica delle idee, di Pescara.

La prestigiosa manifestazione è stata organizzata dall’Associazione Culturale “Il Canto del Vento” di Pescara, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Pescara, nella persona dell’Assessore Mariarita Paoni Saccone, ideato e curato dal Direttore artistico Marco Felicioni (concertista, docente e musicologo), con il Patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale d’Abruzzo, del Conservatorio Statale “Luisa d’Annunzio” di Pescara e, in collaborazione, con l’Aurum di Pescara diretto da Licio Di Biase.
Il Maestro Marco Felicioni non nasconde il suo compiacimento: “Durante i tre giorni intensi della manifestazione ho avuto più volte modo di esprimere la grande soddisfazione per la riuscita dell’evento. A dirlo sono i fatti: l’appuntamento pescarese ha visto un’ampia partecipazione di flautisti e corsisti proventi da tutta Italia ma, anche, un folto pubblico che ha seguito le varie attività e i concerti serali, aventi ognuno una specifica tematica. Il primo dei tre concerti” ha ricordato Felicioni ”è stato dedicato ai compositori contemporanei Luciano Bellini, Antonio De Angelis, Antonio Piovano e Geoff Warren, che hanno scritto particolari opere per il flauto; la seconda serata è stata un omaggio ai grandi compositori della storia della musica, che hanno scritto importanti brani della letteratura flautistica (G. Bizet, A. F. Doppler F. Schubert, A. Piazzolla); nella serata finale del 18 agosto è stata protagonista l’Ochestra “I Flauti di Toscanini” diretta dal Maestro Paolo Totti, con i solisti Peter-Lukas Graf, Marco Felicioni e Marta Rossi all’ottavino, e con lo straordinario intervento di action painting dell’artista Paqui Santana Perez, che ha realizzato un’opera estemporanea durante il concerto. Sento, comunque, il piacere di ringraziare tutti gli enti che hanno collaborato alla realizzazione della manifestazione, i partner Farmacia Greco, le aziende Ausonia e Torre Zambra, la ditta Briccialdi Flauti Italia, il tecnico riparatore Piter Frisicaro, oltre tutto lo staff organizzativo, in particolar modo il flautista Stefano Mammarella, che si è occupato della segretaria artistica del Festival”.

L’appuntamento, ormai conosciuto agli appassionati e non”, ha concluso il direttore artistico, ”è stato un modo per calarsi pienamente nel mondo del flauto, con lezioni, masterclass, workshop, esposizioni di strumenti, presentazioni di libri e concerti, e ha ospitato personaggi di profilo internazionale, docenti dei conservatori italiani e stranieri, solisti, concertisti, oltre ad esperti del settore storico e musicale, professionisti ed interpreti provenienti dai diversi ambiti stilistici: antico, classico, etnico e jazz”.

Molto contenta anche l’Assessore Mariarita Paoni Saccone, intervenuta nella serata finale: “Questo Festival, ormai,” ha detto la delegata alla cultura della giunta Masci,” ha raggiunto un grande livello, grazie anche alla professionalità e alla disponibilità degli artisti che hanno prestato la loro preziosa collaborazione con un eccezionale spirito artistico e umano, al fine di permettere la riuscita dell’evento e dando, così, un prezioso contribuito e un chiaro segnale di rilancio alle attività culturali e musicali della città di Pescara, nell’attuale e difficile momento sociale, storico ed artistico. Sono certa”, ha chiosato l’assessore, “che questo appuntamento così autorevole crescerà sempre più, per questo mi sento di dire che possiamo già pensare alla prossima edizione del Festival che il Maestro Felicioni, sono certa, avrà pronta”.

Tra le presenze dei numerosi ospiti, è stato fortemente attesa quella di Peter-Lukas Graf, eccezionale artista che ha fatto la storia del flauto ai massimi livelli che, all’età di ormai 93 anni, rappresenta l’autentico decano della didattica flautistica a livello mondiale con la sua strepitosa carriera. Nel corso di una delle conferenze del Festival è stato presentato in prima nazionale il libro sulla vita di questo geniale musicista, edito dalla Vigormusic in collaborazione con la Schott Music.

Ecco l’elenco completo di tutti i protagonisti del Festival:

Antonio Amenduni, Raffaele Bifulco, Mario Bruno, Giuseppe Di Liddo, Marco Felicioni, Fulvio Ferrara, Erica Finizio, Peter Lukas Graf, Stefano Mammarella, Beatrice Mappa, Giuseppe Nese, Claudio Paradiso, Fabio Poretti, Marta Rossi, Paqui Santana Perez, Orchestra di Flauti Toscanini, Paolo Totti, Franco Vigorito, Geoff Warren. I pianisti del Festival sono stati Fabio Monaco, Giulia Grilli e Stefania Argentieri.

Tra le novità del Festival è stata molto apprezzata la consegna delle due borse di studio intitolate al Maestro Angelo Persichilli, donate dall’Associazione “Il Canto del Vento” per volontà del presidente dell’Associazione Marco Felicioni; a premiare Christian Pio Nese – Premio “Giovane talento” e Marialice Torriero – Premio “Migliore interprete”, sono stati rispettivamente i maestri Gabriele Di Iorio e Peter-Lukas Graf. Sempre nella serata finale, l’Assessore alla Cultura ha consegnato quattro buoni premio ai flautisti Benedetta D’Annunzio, Mario D’Arcangelo, Michele Di Gisi, Elisa Lombardo, offerti dalla VigorMusic e dal suo direttore editoriale Franco Vigorito.

Potrebbe piacerti anche