The news is by your side.

Marevivo risponde allo sfogo di Jovanotti: usa notorietà contro gli ambientalisti, accuse scritte con leggerezza

L'associazione risponde alle accuse del cantante: "ci ripensi"

Pescara. Marevivo ha letto “con stupore” l’intervento di Jovanotti a proposito del mondo ambientalista accusato, tra l’altro, di essere “pieno di veleni, divisioni, inimicizie, improvvisazione, cialtroneria”.

Come raccontato da AbruzzoLive, il cantante toscano  attesissimo sabato per il suo concerto sulla spiaggia di Montesilvano, si è lasciato andare ad un lungo sfogo sui social dopo le varie polemiche in riferimento al Jova Beach Party. 

L’associazione replica in una nota che “dispiace che una persona così in vista utilizzi la sua notorietà per screditare il lavoro di tutte le associazioni ambientaliste, anche di chi come Marevivo è impegnata da anni per la tutela del Pianeta”. Marevivo invita Jovanotti “a ripensare alle sue dichiarazioni, probabilmente scritte con troppa leggerezza”.

“Vogliamo ricordare che Marevivo da 35 anni si adopera con serietà e impegno per la salvaguardia del mare con azioni efficaci e concrete”, si legge nella nota, “ha promosso leggi che spesso hanno precorso i tempi delle direttive europee come quella che vieta l’uso dei dei cotton fioc non biodegradabili e le microplastiche nei cosmetici da risciacquo, ha pulito chilometri di spiagge e recuperato tonnellate di pneumatici fuori uso e reti fantasma abbandonate nelle aree marine protette, ha diffuso studi scientifici provenienti da università ed enti di ricerca accreditati e lanciato campagne di sensibilizzazione che hanno cambiato le cose, da ultima l’appello a diventare Plastic free accolto da istituzioni, università, scuole, comuni e regioni”.

Potrebbe piacerti anche