The news is by your side.

Pescara, commercianti in piazza contro l'azione amministrativa. Giovedì la manifestazione

Pescara. La Confcommercio e la Confesercenti di Pescara sparano a zero contro il Comune e annunciano una manifestazione di protesta, organizzata per il 20 febbraio, sollevando una serie di questioni che andrebbero affrontate e risolte. La Confcommercio, presieduta da Ezio Ardizzi, contesta l’operato di Palazzo di città su più fronti, e dice al Comune che dovrebbe amministrare “per la città e non contro la città, con i cittadini, non contro i cittadini”. Al centro delle polemiche, hanno detto i rappresentanti dei vari settori della Confcommercio che hanno parlato stamani in conferenza stampa, ci sono la politica seguita per i parcheggi, la Tares e letariffe Pescara, Piazza salotto (2)comunali, i lavori su corso Vittorio e la mancata rivitalizzazione del centro cittadino, la chiusura notturna dell’aeroporto e l’interruzione del volo notturno, i lavori di dragaggio da ultimare e il rilancio del porto di Pescara da promuovere anche attraverso il Piano regolatore portuale, il problema degli allagamenti in caso di pioggia e quello delle strade pericolose e piene di buche, l’abusivismo commerciale. La Confesercenti chiede invece di interrompere il progetto di realizzazione della duna nella zona sud, che costera’ un milione e 400 mila euro e viene definita “assolutamente non necessaria”. Si contesta, poi, “lo scarso coinvolgimento dei commercianti nell’adozione delle scelte che riguardano il territorio”. Ardizzi, che si e’ presentato in conferenza stampa con una pentola e un cucchiaio di legno cominciando a battere sin da ora in segno di protesta, chiede a tutti di partecipare e di far sentire la propria voce. L’appuntamento e’ alle 11, davanti alla vecchia stazione, per arrivare sotto al Comune.

Potrebbe piacerti anche