The news is by your side.

Pescara, stati generali del Pd riuniti per evidenziare le priorità della ripartenza

I Dem: Comune dia linee guida certe, la città è in ritardo

Pescara. Nella direzione del PD di Pescara tenutasi ieri sera per discutere della situazione sanitaria Covid-19, della ripartenza delle attività commerciali e delle aree strategiche della Città, alla presenza dei segretari Regionali e Provinciali, del gruppo Consigliare PD al Comune, del Senatore D’Alfonso
del consigliere Regionale Blasioli, dei segretari di Circolo e dei GD, in considerazione della grave pandemia Covid-19 che ha colpito più duramente Pescara, è stato ribadito innanzitutto la necessità di
potenziare la Sanità territoriale oltre che quella ospedaliera con l’assunzione e la stabilizzazione del personale precario. La ferma determinazione nel far rispettare i dispositivi di sicurezza anti Covid-19(mascherine indossate in modo adeguato e rispetto delle distanze di sicurezza in presenza di altre persone) e l’aumento di controlli serrati.

“Riteniamo che solo cosi possiamo far ripartire tutte le attività – affermano i Dem pescaresi – Il Comune di Pescara, gia in ritardo, deve dare indicazioni certe per le modalità di svolgimento delle attività, ampliamento  dell’occupazione di suolo pubblico e applicazione dell’esonero dal pagamento della Cosap previsto dal Governo Nazionale. Cambiare l’ordinanza sugli orari di apertura e chiusura dei pubblici esercizi per dare maggiore possibilità di lavoro e salvaguardare i posti di lavoro,la chiusura a mezzanotte non ha senso. Organizzare un piano strategico di rilancio della Citta da un punto di vista turistico-commerciale del tutto assente. Sulle aree a nord della Città , parco nord, chiamata masterplan porta nord riteniamo che le aree all’interno della pineta di proprietà privata vadano ricondotte alla proprietà pubblica tramite esproprio onde evitare qualsiasi cementificazione e ridare alla città una straordinaria oasi verde”.

“E’ stata esaminata anche la proposta progettuale dell’architetto Di Biase che prevede un avanzamento della Pineta verso il mare e un arretramento della viabilita dietro alla pineta con una rigenerazione di tutta l’area verde. Progetto questo molto sugestivo che accogliamo e rilanciamo in un ottica nuova determinata anche dalla grave crisi sanitaria che stiamo ancora vivendo”.

“Sulla zona a ovest della Città ribadiamo la necessità di individuare e realizzare la nuova sede della Regione come elemento di grande riqualificazione della zona attraverso l’aquisto del palazzo Fuksas ex Fater con un possibile ampliamento in un area adiacente per raggiungere i metriquadri necessari.Inoltre l’Amministrazione Comunale deve aquisire dall’attuale proprietà privata Il Cementificio per inserirlo in un programma di riqualificazione europea”.

“Per quanto riguarda l’area dell’ Università, tema a noi molto caro, dopo le stravaganti iniziative andate a vuoto circa l’idea di trasferimento nell’area ex Cofa e’ stata ribadita la volontà di portare avanti l’ ampliamento dell’Università nella caserma dei Vigili del Fuoco,l’utilizzo del parco della
caserma di Cocco come Campus e dell’area del’ex scalo merci. Inoltre è stata ribadita La necessità di accelerare la realizzazione degli interventi della nuova configurazione del porto di Pescara e aree limitrofe progettate e finanziate dalla precedente giunta Regionale di centrosinistra per ridare finalmente un porto a Pescara. E’ stata sottolineata l’emergenza Area di risulta a rischio per la possibile perdita dei 12 milioni di euro messi a disposizione dalla precedente Giunta regionale di centrosinistra”, chiude la nota stampa del Pd.

Potrebbe piacerti anche