The news is by your side.

Rapina a mano armata all’ufficio postale, è caccia a due banditi incappucciati

Pescara. Rapina questa mattina all’ufficio postale di viale della Pineta a Pescara dove, secondo una prima ricostruzione, due persone con il volto coperto sono entrate portando via denaro ancora da quantificare.

I due sono arrivati davanti alla filiale su uno scooter: uno è rimasto all’esterno, l’altro è entrato, minacciando con una pistola personale e clienti per poi farsi consegnare i soldi.

Poi la fuga. Non ci sono stati feriti, ma per precauzione è intervenuta un’ambulanza.

Sul posto gli agenti della Squadra Volante e della Polizia Scientifica per i rilievi. Si stanno anche ascoltando alcune testimonianze. Si è alzato in volo un elicottero della Polizia di Stato.

L’ultima rapina commessa a Pescara in un ufficio postale risale al 27 novembre 2020, in via Monte Faito.

AGGIORNAMENTO DELLE 13.30

Ammonta a poche centinaia di euro il bottino della rapina compiuta intorno alle 10 all’ufficio postale vicino alla Pineta a Pescara. I due rapinatori, caschi in testa e armati di una pistola, hanno fatto irruzione nell’ufficio dove si trovavano diverse persone tra dipendenti e clienti. Cercavano il direttore per farsi aprire la cassaforte e, dopo aver visto che l’uomo era riuscito a nascondersi in un locale attiguo bloccato da una porta blindata, hanno preso poche centinaia di euro dalle casse prima di fuggire con uno scooter. Le indagini sono condotte dagli agenti della Squadra Mobile.