The news is by your side.

Sclocco-Di Iacovo: amministrazione Masci contro i giovani di Pescara. Loro hanno voluto chiudere “Lo Spaz”

Pescara “Distruggere è più comodo che creare.” inizia così il comunicato firmato dal duo Sclocco-Di Iacovo riguardante la chiusura del centro giovanile Lo Spaz.
“L’attuale amministrazione Masci, invece che impegnarsi a costruire idee nuove per la città, si limita a ostacolare, bloccare o boicottare quelle già poste in essere dalla scorsa amministrazione, ed oggi la loro pigra ghigliottina si abbatte sulle attività dei nostri più giovani cittadini.  Il DUP approvato ieri in giunta dichiara di voler smantellare il centro di aggregazione giovanile “Lo sPaz”.
Da qualche mese l’Amministrazione Masci ventilava la possibilità di annullamento del bando di ri-assegnazione dell’ex-scuola Villa Fabio, destinata da delibera 398/19 ad essere un C.A.G, a cui la sola associazione Spaz (ovvero i ragazzi che dal 2016 hanno seguito un Corso e realizzato lo spazio attraverso fondi regionali) ha partecipato.
Il DUP invece evoca una presunta richiesta da parte della dirigente scolastica del MIBE per i locali di “Villa Fabio” che l’amministrazione accoglierebbe, creando così uno scontro tra ragazzi, tra scuola e vita sociale e associativa che di fatto nella nostra città non esiste assolutamente, anzi: tra il MiBe e i ragazzi dello sPaz ci sono state sempre tantissime sintonie. Oggi, convocata una commissione vigilanza presieduta da Piero Giampietro e Giovanni Di Iacovo, tutto è emerso con chiarezza: il MiBe non ha mai voluto sfrattare i ragazzi dello sPaz, è solo questa giunta che lo vuole.
La dirigente del settore Di Nino e il dirigente che preparò il bando Molisani, non rilevano nessuna illegittimità e dunque il bando” ora bloccato “può essere annullato solo per via della esplicita indicazione politica espressa dal DUP. E ora riprendiamo altri due aspetti: l’inesistenza di una richiesta formale per quegli spazi da parte del Misticoni-Bellisario e quindi emerge la semplice e completa volontà politica di osteggiare ed eliminare il Centro “Lo Spaz”.
Siamo al fianco dei ragazzi e delle ragazze che hanno creato uno spazio libero e plurale, culturale, per la formazione informale e lo sviluppo delle arti e delle capacità di ogni giovane pescarese. Ci opporremo con forza in consiglio comunale di lunedì contro questa e contro qualunque altra pratica dell’attuale giunta che mira a spegnere le politiche giovanili di Pescara.”
Potrebbe piacerti anche