The news is by your side.

Festival dei giovani dell’Appennino: 10 comuni abruzzesi uniti per combattere lo spopolamento (VIDEO)

Attesi a Collarmele Franco Arminio e Gino Bucci, l'"Abruzzese fuori sede"

Collarmele. Una sfida, una scommessa: “Noi ci proviamo e magari sarà solo la prima edizione e dal prossimo anno crescerà ancora di più, per dar vita al nostro paese e portare qui sempre più persone che investono e scelgono di non andare più via”.

È il sindaco di Collarmele, Antonio Mostacci, che ieri insieme a un gruppo di giovani arrivati da altri centri della Marsica ha presentato sulle pagine di Marsicalive e Abruzzolive, la prima edizione del Festival Dei Giovani dell’Appennino”.

Il 3 agosto dalle 10 fino alle 24 in piazza dell’Orologio a Collarmele 10 paesi dell’Abruzzo interno si uniscono per regalare una giornata piena di appuntamenti all’insegna del divertimento. Tanti gli stand letterari ma anche eno gastronomici per stare insieme e passare del tempo confrontandosi e arricchendosi a vicenda.

Dalle risate di Gino Bucci (l’abruzzese fuori sede) alla dimostrazione della scuola di Arti Maziali Hwal Moo Do, dal paesologo Franco Arminio passando per l’esibizione della scuola di danza contemporanea Harmony di Avezzano.

Il Festival Dei Giovani Dell’Appennino è un grido d’aiuto proveniente dai ragazzi di 10 comunità d’Abruzzo che desiderano salvare i loro paesi dallo spopolamento.

 

“Questa idea nasce da un’esigenza generazionale, quella di iniziare ad invertire lo sguardo per pensare i paesi non più solo come un rifugio estivo dalla dimensione urbana caotica ma come luogo che custodisce cultura e la produce”, ha detto Filiberto Ciaglia, consigliere comunale e ideatore dell’iniziativa, “un’esigenza che parte da un’allarme demografico importante, vedremo infatti la partecipazione di dieci paesi dell’Abruzzo interno, tutti con almeno 1000 abitanti in meno rispetto al secolo scorso. L’Abruzzo, il Festival dei giovani dell’appennino vuole essere un’apripista per un problema che riguarda tutta la Nazione. Bisogna riscoprire quelle che sono le piccole Italie e compongono l’Italia”.

“Bisogna rafforzare quella che è la spina dorsale della  nostra penisola”, ha concluso, “perché ogni persona senza spina dorsale non può andare lontano”.

Il programma completo della giornata

9.30: Colazione

10.00: Saluti del sindaco e dello staff

10.15: Giovani di Collarmele

10.45: Giovani di Roccavivi

11.15: Dimostrazione scuola di Arti Marziali Hwai Moo Do

12.00: Giovani di Faraone Antico

13.00: Pranzo

15.00: Giovani di Cerchio

15:30: Giovani di Rendinara

16.00: Esibizione Bandierai Quattro Quarti dell’Aquila

16.45: Giovani di Caramanico

17.15: Giovani di Aielli

17. 45: Esibizione della scuola di danza contemporanea Harmony

18.15: Giovani di Arsita

18.45: Gino Bucci (l’Abruzzese fuori sede)

19.45: I giovani del Folk

20.30: Cena con Catena & Sbrolli live

21.30: Presentazione di Franco Arminio

22.00: Franco Arminio

00.00: Dj set

Il video della presentazione dell’evento

 

Potrebbe piacerti anche