The news is by your side.

Fase 2, da oggi al via acquisti vestiario e calzature. Regole più stringenti per parrucchieri ed estetiste

Pescara. Quando chiusero a marzo in vendita c’era abbigliamento e calzature invernali. Oggi, alla riapertura, in vendita c’è il sapore. “Siamo contenti ed emozionati di tornare a lavorare finalmente dopo diversi rinvii”, spiega Marina Dolci, componente della presidenza nazionale delle donne Confesercenti e titolare dell’omonimo negozio di abbigliamento classico e sportivo e calzature nella centralissima via Roma a Pescara, “anche se si riparte con diversi punti interrogativi, abbiamo una grande voglia di tornare a fare quello che sappiamo. Nei negozi di abbigliamento, voglio chiarire, si potranno provare i capi così come le calzature che poi verranno messi in un apposito camerino e sanificati a fine giornata. Nei negozi più grandi ci saranno percorsi pedonali calpestabili, oltre a igienizzanti. Nei negozi si entrerà con guanti e mascherine e con ingressi”, precisa Marina Dolci, “contingentati in base alla grandezza del punto vendita”.

Non tutti i negozi hanno però riaperto. Da oggi aperti anche i centri commerciali dove in alcuni, all’ingresso, verrà ai clienti misurata anche la temperatura. Fra oggi e domani al via anche l’attività di parrucchieri e centri estetici che avranno regole più stringenti. Abbiamo sanificato tutti i locali e gli impianti di aria condizionata escludendo il ricircoli dell’aria”, come spiega Di Bonaventura di Giulianova, “e poi a sterilizzare gli attrezzi che utilizziamo. Abbiamo anche provveduto a costruire un percorso di entrata e uscita dal locale per i clienti che troveranno igienizzanti, e guanti e mascherine se ne avranno bisogno”. Ma le precauzioni saranno anche altre. “I nostri clienti quando entreranno”, spiega Valeria Di Febo, estetista, “verranno fatti sedere su una poltrona e dovranno togliersi le scarpe che verranno messe in una busta per indossare scarpe monouso. Dovranno poi consegnarci una autocertificazione e accomodarsi nelle varie postazioni tutte sanificate di volta in volta. Preferibile il pagamento con moneta elettronica e non in contanti”.

Potrebbe piacerti anche