The news is by your side.

Il virus non ferma la voglia di investire: la sfida del commerciante Simone Sablone

Pescara. La forza di chi non si arrende e vuole provare a reagire. A un anno dal primo lockdown, un messaggio di coraggio e di forza quello del giovane pescarese Simone Sablone pronto a inaugurare uno spazio tutto rinnovato del già presente punto vendita in viale G. D’Annunzio.

Un grido di speranza che oggi più che mai vuole essere l’inizio per un ritorno alla normalità. Una categoria duramente colpita, quella dei commercianti soprattutto qui in Abruzzo, dove le prolungate chiusure e restrizioni dovute alla pandemia hanno messo in ginocchio l’intero settore. Ma Simone al suo progetto non ha voluto rinunciarci nemmeno in una situazione così critica.

Da sempre nel mondo delle calzature, decide nel 2013 di mettersi in gioco con una nuova esperienza: uno store tutto suo. E insieme alla sua collega hanno dato vita a Masi.

Piano piano i clienti si sono affezionati e soprattutto hanno riconosciuto in Simone e nei suoi collaboratori un riferimento a Pescara in questo settore. Così nel 2017 arriva il secondo punto vendita a Villa raspa di Spoltore, lo staff si è allargato e qui Simone ha trovato nel fratello Stefano un appoggio importante, tanto da ingrandire anche la propria collezione con la linea baby.

“Perdere 4 mesi di lavoro per la zona rossa è stata davvero dura”, spiega il proprietario di Masi, “abbiamo perso il fine saldo e anche il Black Friday ormai diventato punto di forza per gli incassi”.

Ma l’anno nero del Covid ha portato Simone a reinventarsi e soprattutto a utilizzare con maggior frequenza i canali della vendita online. Ha potenziato la comunicazione del social e attivato le consegne a domicilio.

 

“Abbiamo personalizzato sempre di più le richieste dei nostri clienti che ci scrivevano su WhatsApp e ai quali non abbiamo mai fatto sentire la nostra mancanza, perché ormai super affezionati, abituati a farsi viziare da noi, e ne abbiamo sicuramente conquistati di nuovi anche da altre parti d’Italia”.

E poi sarà stato il destino ad aver bussato alla porta, il coraggio ad aver risposto senza indugio, ecco qui l’occasione da non perdere. E Simone l’ha fatta sua. Perché non offrire a Pescara uno store completo di brand esclusivi con una linea vasta di articoli made in Italy? Ora c’è. Ma ciò che più di ogni altra sfida vuole vincere Simone è il ritorno in negozio di tutti i clienti, perché il rapporto umano e sociale che si instaura, quello, non potrà mai essere sostituito da un click online.

“Regaliamo un’esperienza, un momento di piacere e di benessere con i nostri consigli, ed è quello che ormai facciamo dal primo giorno che abbiamo dato vita al nostro Masi”.

Roberta Baldassarre 

Potrebbe piacerti anche