The news is by your side.

“Non lasciamo indietro nessuno”, a Pescara un progetto per ragazzi diversamente abili e autistici

Pescara. Nasce a Pescara il progetto “Non lasciamo indietro nessuno”, dedicato ai ragazzi diversamente abili e autistici.

Questa mattina, presso lo stabilimento balneare “La Croce del Sud”, il capogruppo Udc Massimiliano Pignoli, Berardino Fiorilli, vicepresidente del consiglio comunale, l’assessore all’associazionismo sociale Nicoletta Di Nisio, e il segretario cittadino Udc Vincenzo Serraiocco hanno presentato in conferenza stampa le attività che svolgono i ragazzi diversamente abili e autistici dell’associazione “Il Piccolo Gulliver” – presente con i suoi soci fondatori – presso lo stabilimento de “La Croce del Sud”. L’iniziativa è stata resa possibile grazie al gestore dello stabilimento, Alessio Terra, che ha fornito gratuitamente la struttura e gli spazi per consentire le attività.

“Abbiamo voluto presentare questa bella esperienza da noi realizzata” ha dichiarato Pignoli. “Grazie alla solidarietà mostrata anche dallo stabilimento della “Croce del Sud” e insieme a “Il Piccolo Gulliver”, abbiamo offerto la possibilità a questa associazione, che si occupa dell’assistenza dei diversamente abili, di far godere anche a loro il mare e di far passare qualche ora in armonia e allegria. Il nostro obiettivo è quello di tutelare le persone bisognose, con il motto “nessuno resta indietro””.

“Sono presente” ha detto Fiorilli “per condividere questo spirito di solidarietà che mi accomuna con alcuni consiglieri. Questo è uno dei progetti che sosteniamo e portiamo avanti e che va nella direzione della inclusione. Sono qui oggi anche per testimoniare il mio appoggio”.

“La nostra città è piena di persona stupende” ha dichiarato Di Nisio “che, quando si illustra un obiettivo, una iniziativa di solidarietà, sono pronte ad essere coinvolte ed a dedicarcisi. Abbiamo tantissime realtà associative che sono impegnate a fianco di chi ha difficoltà. Con loro, sono certa, riusciremo a farne ancora e ancora di più”

“Voglio ringraziare tutti i presenti per questa iniziativa” ha detto Serraiocco “perché il nostro obiettivo è quello di stare al fianco di chi è più in difficoltà e questo progetto, che sarà seguito da altri, dimostra che l’Udc lavora, cresce e che vuole rappresentare un punto di riferimento per le categorie più disagiate”.

“Con la nostra associazione composta da me e altri due psicologi portiamo avanti iniziative come questa che oggi presentiamo grazie anche all’Udc. A questi ragazzi che vanno dai 17 anni in su, abbiamo dato la possibilità di poter svolgere questo percorso nella direzione della inclusione sociale” ha dichiarato Rossana Saponara, dell’associazione “Il Piccolo Gulliver”.

“Appena saputo di questa iniziativa, una volta coinvolto dall’amico Pignoli, non ho esitato un attimo; perché per iniziative come queste la mia struttura sarà sempre disponibile perché quando si tratta di solidarietà non ci si può mai tirare indietro” ha concluso Alessio Terra, rappresentante dell’associazione “Il Piccolo Gulliver”.

Potrebbe piacerti anche