9.3 C
Pescara
domenica, Novembre 28, 2021
Array

Trivelle: il M5S apre contenzioso con la Croazia per fermare lo scempio nel nostro mare

Must read

Pescara “Le trivellazioni petrolifere nel mare della Croazia rischiano di metter in pericolo anche l’ecosistema marino italiano e di compromettere irrimediabilmente le attività turistiche su cui si sostengono decine di migliaia di famiglie italiane”. Lo affermano i senatori del M5S Gianni Girotto e Gianluca Castaldi che in un’interrogazione urgente ai ministri per gli Affari esteri e dello Sviluppo economico chiedono “al Governo italiano di aprire un contenzioso con la Repubblica Croata per fermare lo scempio del mare Adriatico”. “Ci sono ormai evidenze scientifiche che le piattaforme a mare rilasciano fluidi di perforazione e scarti metallici, che includono sostanze tossiche, fra cui cromo, mercurio e benzene”, direttamente nelle acque marine.” Basterebbe questo per bloccare la follia delle perforazioni nell’Adriatico” dicono i due esponenti del M5S.trivelle “Chiediamo al Governo di verificare la compatibilità delle attività in corso e di attivare una stretta interlocuzione con il governo croato, che ha suddiviso il 90% del proprio specchio acqueo in 29 aree di estrazione petrolifera; chiediamo se si intenda avvalersi nei confronti della Repubblica di Croazia di quanto previsto dalla Legge 3 novembre 1994, n. 640 esigendo dalla Repubblica di Croazia il diritto alla consultazione; se si intenda rispettare l’impegno preso con l’approvazione in Senato della mozione in data 2 aprile 2014”.

- Advertisement -spot_img

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest article